Si schianta un aereo dell’Ethiopian Airlines: 8 italiani tra i 157 morti, anche un assessore regionale

adsense – Responsive Pre Articolo

Un aereo della compagnia Ethiopian Airlines in fase di decollo dall'aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma Fiumicino, 4 luglio 2018. La compagnia aerea ha annunciato di avere preso in consegna la più grande flotta di moderni e più ecologici aerei Boeing B737 MAX. Questo moderno velivolo è dotato di nuovi Boeing Sky Interior, evidenziati da moderne finestre e pareti laterali scolpite e illuminazione a LED. L?aeromobile ecologico ha emissioni di carbonio minime e consuma il 15 per cento in meno di carburante rispetto al 737-NG. ANSA/ TELENEWS

Nessun superstite, 157 morti tra cui otto italiani: è il terribile bilancio del tragico incidente aereo avvenuto in Etiopia. Un Boeing 737 dell’Ethiopian Airlines è precipitato dopo il decollo da Addis Abeba mentre era diretto a Nairobi. Tra le 157 vittime a bordo, 149 erano passeggeri e 8 i membri dell’equipaggio.

 Nella lista passeggeri figura l’assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale. Inoltre si trovavano sul Boeing tre volontari appartenenti a una onlus di Bergamo. Ecco chi sono le vittime italiane. Otto italiani si trovavano sul Boeing 737 dell’Ethiopian Airlines decollato da Nairobi e precipitato vicino a Addis Abeba. Nella lista passeggeri figura anche l’assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale, Sovrintendente del Mare della Regione. Tusa era diretto in Kenya, per un progetto dell’Unesco, dove era già stato nel Natale scorso insieme con la moglie, Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Museo d’Arte contemporanea di Palazzo Riso a Palermo.  Inoltre si trovavano sul Boeing tre volontari, due uomini e una donna, appartenenti a una onlus di Bergamo. La loro identità non è stata ancora ufficializzata in quanto le famiglie non sarebbero ancora informate. “Oggi è un giorno di dolore. Nell’aereo della Ethiopian Airlines precipitato dopo il decollo da Addis Abeba vi erano anche nostri connazionali. Ci stringiamo tutti ai familiari delle vittime rivolgendo loro i nostri partecipi, commossi pensieri”, scrive su Twitter il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

adsense – Responsive – Post Articolo