SPERONE. Se la bolletta non arriva al cittadino è il cittadino che arriva alla bolletta

adsense – Responsive Pre Articolo

Vari cittadini del comune mandamentale di Sperone lamentano di non aver mai ricevuto la bolletta dell’acqua relativa all’anno 2016 ed in alcuni casi di non aver ancora ricevuto la lettura dei contatori per il consumo d’acqua relativo all’anno 2017.  Uno di questi cittadini ha voluto esprimere la sua opinione che pubblichiamo di seguito:
“E’ mai possibile che se una bolletta non arriva a casa, è il cittadino che deve preoccuparsi di andarla a recuperare, costringendolo a vagare per gli uffici comunali e facendo ore di fila, magari sottraendole al proprio lavoro. Il tutto per evitare che le stessi si accumulino e doversi trovare nella spiacevole situazione di sborsare somme elevate in tempi brevi. E’evidente  c’è qualcosa che non funziona!!! Oltre il danno si aggiunge anche la beffa, infatti non è normale vedersi addebitare le spese di spedizione della bolletta, se ci si è recati al Comune per ritirarla. Forse sarebbe opportuno fare un po’ di chiarezza su tali problematiche. A questo punto non sarebbe meglio, laddove richiesto, predisporre l’invio della bolletta anche a mezzo e-mail, la fattura ricevuta a mezzo e-mail, avrebbe lo stesso valore legale così come la fattura inviata per posta ordinaria, in questo modo si avrà un mezzo più rapido e sicuramente più economico per le casse comunali il che non guasta”.

 

adsense – Responsive – Post Articolo