Ecco svelato il significato dei nomi di 13 marche famosissime.

adsense – Responsive Pre Articolo

La scelta dei nomi delle aziende e delle società sono importantissimi per farle conoscere e identificarle nell’immediato da più consumatori.

La scelta dei nomi delle aziende e delle marche sono importantissimi per farle conoscere e identificarle nell’immediato dal più grosso numero di consumatori possibile. Negli ultimi anni, ad esempio nelle aziende di moda, la tendenza di moltissimi brand, è stata quella di optare per nome e cognome del fondatore ma nel passato si è giocato tanto di più sulla denominazione da dare al proprio marchio.Qualcuno si è affidato alle proposte dei propri collaboratori più fidati, altri, dopo tante ricerche, hanno seguito i suggerimenti di sconosciuti ma per tutti la scelta finale dei nomi è stata davvero un successo.

IkeaPepsiRolex sono solo alcuni dei brand conosciuti e apprezzati nel mondo e sicuramente i loro nomi rimarrano nella storia per sempre. Ma come sono nate le loro denominazioni e cosa significano davvero? Scopriamo insieme le origini dei nomi di 13 marche famosissime . 

13) Pepsi

Insieme alla sua concorrente è forse il nome della bevanda tra le più conosciute e consumate nel mondo. Ma da dove deriva il nome Pepsi? A quanto si racconta sul sito della società, Caleb Davis Bradham, l’inventore della famosa bevanda, voleva fare il medico ma per problemi familiari dovette lasciare l’università di medicina e divenne un farmacista. La ricetta originale era composta da zucchero, acqua, caramello, olio di limone e noce moscata e inizialmente si chiamava Brad’s Drink. Tre anni più tardi, il nome fu cambiato in Pepsi-Cola, derivante dalla parola dispepsia, che significa difficoltà di digestione.

12) Zara

Il New York Times ha dichiarato che Amancio Ortega, il fondatore del colosso di abbigliamento, chiamò il suo primo negozio, inaugurato a La Coruña nel 1975, Zorba, dal film Zorba il greco. Caso volle che a due isolati di distanza fu aperto un bar chiamato nello stesso modo e il proprietario del locale gli disse che i due nomi avrebbero creato confusione tra i clienti. Così, Ortega che aveva già realizzato lo stampo per le lettere le ridispose, realizzando una parola il più simile possibile all’idea originale e gli venne in mente Zara.

11) Rolex

La strategia di marketing di Hans Wilsdorf, il fondatore del famoso marchio di orologi era diretta a trovare un nome che fosse pronunciabile nello stesso modo in tutte le lingue. Impresa apparentemente semplice ma non fu così. Infatti, Wilsdorf dichiarò: “Ho provato a combinare le lettere dell’alfabeto in ogni modo possibile. Selezionai alcune centinaia di nomi, ma nessuno sembrava quello giusto“. Ma l’inspirazione arrivò in momento del tutto inaspettato. Come raccontò il suo fondatore, una mattina, mentre si trovava su un autobus a Cheapside nella City londinese, un uomo gli sussurrò Rolex all’orecchio.

10) McDonald’s

La rivista Money ha dichiarato che il fondatore di McDonald’sRaymond Kroc, comprò i diritti per usare questo nome dopo aver conosciuto i due fratelli Dic e Mac che avevano un piccolo ristorante a San Bernardino in California, in cui cucinavano solo hamburger. La storia vuole che Kroc divenne il loro agente e organizzò un franchise in giro per gli Stati Uniti. Solo dopo alcuni anni comprò i diritti per usare il nome e da allora è storia nota.

9) Starbucks

Gordon Bowker,  il cofondatore di Starbucks, raccontò durante un’intervista il modo in cui scelse il nome. “Capitò che qualcuno tirò fuori una vecchia mappa della Catena delle Cascades e del Mount Rainier sulla quale era segnalata una vecchia città mineraria chiamata Starbo. Appena ho letto Starbo mi è venuto in mente il primo ufficiale del Pequod, che si chiama Starbuck, la baleniera del romanzo Moby-Dick di Melville“.

8) Adidas

Erroneamente, molti pensano che il nome Adidas sia l’acronimo per All Day I Dream About Soccer. Di fatti, il marchio di abbigliamento per lo sport, a quanto ha dichiarato il LA Times, dovrebbe il proprio nome al suo fondatore. Adolf Dassler, unì il suo soprannome Adi alle prime tre letterre del suo cognome. Le scarpe da ginnastica Adidas iniziarono ad essere prodotte al suo ritorno dalla Prima Guerra Mondiale.

7) Amazon

Amazon fu lanciata nel 1995 e il fondatore Jeff Bezosaaveva pensato a un nome totalmente diverso per questa società. Brad Stone, nel suo libro sull’azienda, riporta che Bezos, il fondatore di Amazon, dopo diverse alternative, abbia deciso per questo in onore del Rio delle Amazzoni. Infatti, l’immagine del fiume più lungo del mondo, insieme al Nilo, è stato incluso nel primo logo della società.

6) Google

Il nome di Google deriva da un errore nella pronunciadi uno studente durante una sessione di brainstorming alla Stanford University. Il fondatore Larry Page stava progettando un immenso sito di dati insieme ad altri studenti laureati e uno dei suggerimenti per il nome era googleplex. Questo termine pronunciato male fu registrato da Page come nome per la sua società.

5) IKEA

Il nome del colosso immobiliare non è una parola svedese dal significato sconosciuto come molti dei suoi prodotti. Ingvar Kamprad , il fondatore, combinò le sue iniziali con le prime lettere della fattoria e del villaggiodove crebbe nel sud della Svezia: Elmtaryd e Agunnaryd. Da questa idea coniò il brand IKEA.

4) Audi

La casa automobilistica tedesca, nata nel 1909, fu fondata da August Horch. Il nipote di un suo collega gli suggerì di tradurre il cognome in latino. La parola tedesca horch è legata al verbo horen (ovvero: udire, ascoltare) che in latino si traduce con il verbo audire. Audi è appunto l’imperativo di audire e significa ascolta.

3) Nike

Bill Bowerman, uno dei due fondatori dell’azienda di abbigliamento sportivo nata nel 1964, scelse il nome Nike, pronunciato Niche, tra tutte le proposte differenti fatte dai suoi 45 collaboratori dell’epoca. Nella mitologia greca l’omonima dea rappresenta la vittoria e il famoso baffo, logo aziendale, le sue ali.

2) Nutella

Il nome della golosissima crema conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo, che originariamente si chiamava Supercrema Giandujot, deriva dall’unione della parola inglese nut, frutta a guscio, con il suffisso –ella per dare un senso di italianità al prodotto.

1) Gatorade

La bevanda energizzante Gatorade è stata realizzata per la squadra di football americano dei Florida Gators. Questa fu realizzata da un gruppo di medici per i giocatori che faticavano a giocare con il caldo.

adsense – Responsive – Post Articolo