Taglio dei parlamentari, referendum il 29 marzo

adsense – Responsive Pre Articolo

Il Consiglio dei ministri ha indicato il 29 marzo come data per svolgere il referendum sulla riforma costituzionale approvata dal parlamento che taglia il numero dei parlamentari. Lo si è appreso da fonti di governo. Con la data spostata così in avanti, il governo guidato da Giuseppe Conte in sostanza si è blindato per almeno un anno. Per tornare alla urne bisognerebbe infatti attendere due mesi per il ridisegno dei collegi dell’attuale Rosatellum (il 37% circa) in conseguenza del diminuito numero dei parlamentari: non si farebbe in tempo a svolgere le elezioni politiche a giugno, insieme alle amministrative. E una volta superata l’estate, si arriverebbe a ottobre, quando in parlamento c’è la sessione di bilancio ed è impossibile andare alle elezioni. Insomma, per l’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, che vuole durare fino al 2023, la data del 2021 è già un traguardo ampiamente possibile. 

adsense – Responsive – Post Articolo