U.S. Avellino. Braglia: “Col Covid non riusciamo a venirne a capo, contro il Catania dobbiamo fare l’impossibile per fare risultato”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

L’Avellino domani ritornerà a giocare, in casa contro il Catania. Tre i rinvii consecutivi causa Covid, i primi due per problemi agli avversari Monopoli e Bisceglie, l’altro su richiesta della società biancoverde relativamente alla gara che avrebbe visto impegnati i lupi a Potenza. Braglia non nasconde le problematiche: “Non è facile. Con il Covid non riusciamo a venirne a capo. In campo dobbiamo andarci dopo una ventina di giorni. C’è la voglia di ritornare alla normalità, giocare ti riporta alla normalità. Si è parlato di tutto fuori che di gare, ora ne abbiamo tantissime fino alla sosta. Dobbiamo stare attaccati al carro, non cerco alibi”. Si parla anche della capolista Ternana che va come un treno: “Ora gioca anche meglio degli altri. Ha una facilità di andare in gol impressionante. Sono stati fortunati col Covid, hanno giocato tutte le partite con l’organico al completo. Questo campionato lo decide anche il virus. Noi negli ultimi 20 giorni siamo stati costantemente attaccati. Vorrei che ci lasciasse un po’ in pace”.

Meticoloso l’Avellino nei controlli: “Se c’è una società che ne ha fatti, questa è l’Avellino. Si è sui 40 tamponi. I ragazzi non escono mai, fanno sacrifici, si comportano bene. Non si sa da dove questo virus ti prende”. La condizione di alcuni singoli: “Bruzzo ha qualche problemino, gioverebbe per un cambio in più o per un potenziale posto da titolare. Bene Nikolic e Dossena, abbiamo recuperato solo Rizzo e Silvestri”. Il problema Covid e le gare da giocare dopo circa 20 giorni: “Si fanno sedute, addominali, flessioni ma non si è al 100%. Bisogna puntare sulla tensione, i nervi e la carica agonistica”. I rimpianti, pochissimi: “Di normale c’è poco, non si può cambiare regolamento. Con infortuni e malattia abbiamo già dato, così è dura. Le partite comunque ce le giocheremo. Abbiamo sbagliato 10′ con la Turris e totalmente col Catanzaro”.

Oltre al Covid e infortuni, nelle ultime partite ci sono state troppe espulsioni: “Luigi Silvestri e Maniero pagheranno la multa. Non ci possiamo permettere questo. Non è giustificabile quello che hanno fatto. Intanto Maniero sta bene, Forte dovrebbe recuperare tra una quindicina di giorni ma è meglio parlare col dottore”. L’avversario di domani, il Catania: “Rendimento altalenante ma ha giocato con tutte le migliori. Ha giocatori importanti come Pinto, Calapai, Reginaldo, Pecorino, Zanchi. Dobbiamo prepararci bene, aiutandoci su tutto: sia dal punto di vista nervoso che tattico. Dobbiamo fare l’impossibile per fare risultato”.

adsense – Responsive – Post Articolo