U.S. Avellino. Il ds Di Somma: “Domani in panchina ci sarà Molino, la Virtus Francavilla è tosta e temibile con la coppia d’attacco”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

In conferenza pre gara c’è il direttore sportivo Di Somma, domani l’Avellino andrà a giocare contro la Virtus Francavilla in Puglia: “La squadra è carica, motivatissima e farà bene anche domani”. Mister Braglia oltre che squalificato é stato colpito da Covid che non ha risparmiato nemmeno il suo vice De Simone: “Per la situazione del virus qualche timore c’è, l’allenatore sta bene ma non moralmente perchè voleva star vicino alla squadra. Purtroppo è capitato anche a lui. In panchina domani va Molino, è arrivato il nulla osta del settore tecnico. Abbiamo fatto richiesta. Io  sarò presente in veste di dirigente accompagnatore. Staremo in contatto col mister, guarderà da lontano”.

La Virtus Francavilla, la vittoria di Potenza e anche qualche buona notizia riguardo al virus: “Dobbiamo dare continuità, speriamo di ripeterci a Francavilla Fontana. La Virtus è tosta, hanno due attaccanti come Vazquez e Perez, li conosco e li temo molto. La vittoria di Potenza ha ridato convinzione. Il Covid ha condizionato ma anche Adamo si è negativizzato”. L’ex Capuano nel post partita di Potenza non ha mancato di punzecchiare proprio il ds dopo la mancata riconferma ad Avellino: “Non me ne frega niente, tanti allenatori vengono esonerati o non riconfermati. Io sono Salvatore Di Somma, gli altri non so”. Un’analisi sul match vinto a Potenza: “Il primo tempo abbiamo atteso volutamente. Sapevamo che loro sarebbero partiti fortissimo, erano motivatissimi. Abbiamo rischiato quasi niente se si esclude la girata di Ricci. Una gara tattica nella prima frazione, il Potenza era ben messo in campo. Siamo venuti fuori alla grande nella ripresa con le occasioni di Dossena e Ciancio e il gol di Maniero. Loro non ci hanno impensierito”.

Di Somma poi fa riferimento al campo piccolo e stretto di Francavilla Fontana e aggiunge che ci sarà da lottare. Le riflessioni vanno anche sulla capolista Ternana e sulle prospettive dell’Avellino: “Il campionato è lunghissimo, la Ternana ha un bel vantaggio ma la storia dice che niente è deciso. Aspettiamo Errico, potrebbe farci fare il salto di qualità. Al momento nessun discorso sul mercato, ci fermeremo col mister e la proprietà. C’è tempo”. Lupi con un ottimo rendimento fuori casa, in 5 partite disputate 4 vittorie e un pareggio, non tra le mura amiche, già due sconfitte: “In casa fai sempre più fatica, le squadre ti aspettano. Credo che un po’ tutte quando devono proporre gioco non sono agevolate. In trasferta è diverso, attendi, magari con qualche palla inattiva riesci a portare il risultato a casa”. Tour de force per i lupi fino al 23 dicembre: “Fino alla sosta dovremo incontrare Bari e Ternana, viviamo alla giornata. Domani c’è la Virtus Francavilla”.

Un bilancio su quello che l’Avellino ha fatto fino ad ora, con un occhio agli under: “Il nostro percorso è positivo, ci mancano ancora le due gare contro Monopoli e Bisceglie. C’è qualche rammarico ma va bene così. Tra gli under mi aspetto il recupero di Errico, gli altri stanno facendo il loro”. Sulla domanda riguardante il suo futuro ad Avellino, Di Somma risponde: “Potrò smettere se la proprieta’ me lo permette, se riesco a portare questa squadra nella categoria superiore”.

adsense – Responsive – Post Articolo