NOLA. Un privato prova a realizzare, senza autorizzazione, la base di un Giglio come attrattiva per il proprio locale:l’ intervento delle Forze dell’ ordine ne ha ordinato lo smontaggio

adsense – Responsive Pre Articolo

Nola – Questa mattina, in via Anfiteatro Laterizio, il titolare di un esercizio commerciale ha tentato di realizzare, all’ interno dello spazio afferente al locale, la base di un Giglio come motivo attrattivo per il mese di giugno.

Sul posto è intervenuta una pattuglia della Polizia municipale e una della Polizia di Stato. Il manufatto è risultato privo di qualunque autorizzazione amministrativa e per questo ne è stato ordinato l’ immediato smontaggio. Lo stesso, inoltre, contravveniva anche alle norme legate al contenimento della pandemia, visto che poteva costituire occasione di assembramento.

Ringrazio il Comandante della Polizia municipale, Paolino Maddaloni e il Commissariato di Polizia di Nola  – afferma il presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Nicola Argenziano – per il pronto intervento, avvenuto prima ancora della nostra segnalazione. Bisogna attenersi alle regole, soprattutto in questo particolare momento storico. L’ eccesso di entusiasmo, in questi casi, può rappresentare un danno di immagine notevole per la nostra Festa, oggi patrimonio dell’umanità. Un errore che assolutamente non possiamo consentirci“. La base del Giglio è stata rimossa nel primo pomeriggio

adsense – Responsive – Post Articolo