US Avellino. Braglia: “Casertana in forma, noi abbiamo trovato un’identità”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

L’Avellino affrontera’ domenica alle 20,30 la Casertana al “Pinto”. Derby accattivante, entrambe le squadre stanno facendo molto bene. Mister Braglia dice: “Hanno vinto 7 delle ultime 9 partite, ciò la dice lunga sul loro stato di forma. Gara difficile che dobbiamo giocare al meglio delle nostre possibilità. Sappiamo le loro qualità, noi siamo in un buon momento, c’è possibilità di scelta tranne Errico. Abbiamo trovato una nostra identità, bisogna continuare a migliorarsi. Faremo la nostra partita e poi vedremo. Importante l’atteggiamento”.

I lupi sono reduci dal poker rifilato al Foggia: “La verità sta nel mezzo, noi abbiamo fatto bene e loro hanno faticato. Le gare sono più semplici di quello che si vuole far apparire, vivono di episodi, girano, vanno lette, interpretate, basta un niente. Il Foggia ha avuto un’occasione sull’1-0. Ci vuole pazienza”.

Viene stuzzicato sullo sfogo post Castellammare: “Io non sono permaloso, dopo una partita vinta ogni tanto facciamola passare. La polemica è finita lì. Non aprirò più bocca, non me ne frega. Feci una battuta perché non riusciamo mai ad essere felici, capisco il gioco delle parti. Bisogna creare entusiasmo e non disprezzare sempre. Si vince anche male ma quando si è trattato di scrivere che mancavano 12 giocatori non ho letto niente. Io firmo per un anno, sono sempre con la valigia pronta. I social condizionano, in una mia esperienza un giocatore che fece bene in C é uscito perchè si diceva male di lui. Conta solo la squadra, non ce l’ho con i tifosi. Va bene tutto, non è che ogni giorno si può far casino”.

La rotazione delle punte: “Continuerò così, le farò ruotare anche in base alla loro condizione. Se Bernardotto non mi convince lo tengo fuori. Sono tutti importanti, non penalizzo nessuno. Valorizzo il gruppo, si gioca ogni 3 giorni e i ragazzi non mi abbassano il livello. Maniero ha giocato 3 partite di fila, sta bene come gli altri attaccanti. Ho rispetto per loro, ognuno può fare la fortuna di questa squadra”.

L’Avellino è secondo, +2 sul Bari che non ha sbagliato nell’ultimo match  che ha segnato l’esordio di mister Carrera: “I risultati degli altri non mi interessano, pensiamo a noi. Se scendiamo di livello possiamo buscarle”.

Su alcuni elementi della difesa, solo 2 gol subiti nelle ultime 9 partite: “Con Forte ci parla Pagotto, io gli dico che non bisogna mai sedersi. Noi rompiamo le scatole ai ragazzi ma il merito è sempre loro che vanno in campo. Bene Miceli, è cresciuto, può fare ancora meglio. Ha passato un brutto periodo. Io dico che la casa si ricomincia da dietro, non dal tetto. A Castellammare Rocchi ha risposto bene, lo stesso Dossena quando è mancato Miceli. Sono cresciuti tutti. Cerchiamo di rischiare sempre meno”.

Ultime battute ancora sulla Casertana: “All’andata ci hanno messo in difficoltà. Hanno operato bene a gennaio, possono disporre di ricambi come Rosso, Del Grosso, Matos. Sono ragazzi di valore, brava la società. L’allenatore sta facendo bene, ha delle idee, lo hanno aspettato quando è più facile cambiare i tecnici anziché rivoluzionare una squadra. Ci vuole tempo per tirar fuori qualcosa di buono da un gruppo”.

 

adsense – Responsive – Post Articolo