US Avellino. Forte: “Il Foggia venderà cara la pelle, dopo Bari abbiamo preso consapevezza”.

adsense – Responsive Pre Articolo

di Lucio Ianniciello

Francesco Forte, il portiere dei lupi, ha parlato in vista del match di mercoledì al Partenio Lombardi contro il Foggia: “Ieri abbiamo analizzato la partita di Castellammare col mister, siamo proiettati a dopodomani. Il Foggia ha perso in casa, non aveva 2-3 elementi che rientreranno contro di noi. Attenzione alta”.

Secondo posto agguantato, il primo è lontano 12 punti, il gruppo squadra: “Siamo in corsa per la seconda piazza e perché no anche più in alto, è successo che squadre dai 12 ai 14 punti di vantaggio non sono arrivate prime a fine campionato. L’imperativo è provare a vincere sempre, siamo l’Avellino. Come dice il mister si vedrà dalla quintultima gara. Vogliamo competere per un ruolo importante. L’abbraccio a fine partita è testimonianza di un gruppo unito in una partita difficile come quella scorsa”.

Dal 4-1 subito a Bari agli 8 risultati utili consecutivi (6 vittorie e 2 pareggi): “Dopo Bari abbiamo preso consapevolezza di essere una squadra importante, non ci siamo riconosciuto in quella prestazione, ci siamo guardati in faccia ed è scattato qualcosa. Da lì la nostra scalata fino al secondo posto”.

Le ambizioni di Forte, l’infortunio e il rientro proprio a Bari: “Sarei felicissimo di approdare in B per la prima volta, magari da protagonista. Mi alleno al 100% con il nostro preparatore Pagotto che è molto meticoloso. A Bari sono ritornato tra i pali e mi sono sbloccato mentalmente dopo quella partita. Li’ho capito che ero guarito al 100%, nonostante avessimo fatto una brutta figura, me per primo. Vogliamo fare qualcosa di importante”.

Le critiche ad Avellino non mancano, ora la squadra sta girando: “Le critiche si prendono in maniera corretta. Lo sgogo di mister Braglia non ha bisogno di avvocati difensori. Se avessimo un ambiente compatto sarebbe comodo”.

Conclude parlando ancora dei prossimi avversari: “Il Foggia è a un passo dalla saalvezza, verrà qui a vender cara la pelle. È arrabbiato per la sconfitta interna contro il Catanzaro ma il Partenio deve essere la nostra fortezza come è successo nelle ultime partite. Dobbiamo continuare sul percorso che ci ha portato al secondo posto”.

adsense – Responsive – Post Articolo