VISCIANO, IL CONSIGLIO DELLE DONNE SCENDE IN PIAZZA PER L’ 8 MARZO.

adsense – Responsive Pre Articolo

Manifestazione domani, per l’intera giornata in occasione dell’8 marzo, giornata internazionale della donna in cui nella centralissima Piazza Lancellotti verrà allestita una mostra tematica dal tema “Donna, Diritti e Dignità; fatti e foto”. Le componenti del Consiglio comunale della donne presieduto da Antonella Rufino con il patrocinio della Civica amministrazione cercheranno di coinvolgere donne e cittadini con un idea diversa rispetto al passato in cui per l’intera giornata dell’8 marzo, dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19,30, tempo permetterne, altrimenti il tutto sarà esposto nel Centro Sociale C. A. RUFINO, ex cappella della Misericordia. Si cercherà di illustrare attraverso foto di ieri e oggi, donne e fatti che hanno caratterizzato il nostro tempo: dal diritto al voto, che prima del dopoguerra era negato agli orrori del femminicidio attuale. È leggiamo ancora notizie come lo stupro ad opera di tre giovani perpetrato domenica scorsa in un vano ascensore della stazione di San Giorgio a Cremano. Vittima di questi sedicenti frustati e annoiati della società e una 24enne di Portici. I tre sono stati identificati è fermati dalla Polizia di Stato grazie alle testimonianze della stessa vittima che avrebbe dichiarato che già conosceva di vista uno dei tre e che il branco ci aveva già provato a stuprare la donna circa 20 giorni fa ma per fortuna era riuscita a divincolarsi. Ma i tre con la scusa di chiedergli scusa l’avevano avvicinata di nuovo e approfittando del suo stato psichico veniva attirata con questo pretesto nell’ascensore è abusato di lei. Questo è solo l’ultimo episodio in ordine di tempo che sconcerta l’opinione pubblica come il volantino chic pubblicati dai leghisti di Crotone che secondo il manifesto, la dignità della donna è offesa da “chi promuove iniziative favorevoli alla vergognosa e ignominiosa pratica dell’utero in affitto” e chi sostiene “una più marcata autodeterminazione della donna che suscita un atteggiamento rancoroso e di lotta nei confronti dell’uomo”. La donna – dicono i leghisti Crotonesi “ha una grande missione sociale da compiere per il futuro e la sopravvivenza della nostra nazione”. Un volantino, come notate, squallido e di tipo medievale bocciato dalla quasi unanimità della politica. Per non parlare delle offese fatte sul social ad Emma Marrone da un sedicente leghista umbro, rea di aver detto durante un suo concerto “Aprite i porti agli immigrati”. La cantante Salentine è stata insultata sul social con frasi sessiste e ingiuriose.
Dunque l’8 marzo si una giornata di riflessione e buoni propositi per la casa dignità della donna.
Nicola Valeri

adsense – Responsive – Post Articolo