BAIANESE. La nota di Gennaro Casoria (FDI) sulla dismissione dell’acquedotto

adsense – Responsive Pre Articolo

Finora c’è stata a livello istituzionale l’allarme, solo da parte delle minoranze consiliari, sul rischio paventato di inglobare il nostro servizio di acquedotto a quelle società di servizi come l’ Alto Calore. Da parte dei sindaci finora un silenzio assordante che stride con la forte preoccupazione di noi cittadini che ovviamente siamo preoccupati dei costi altissimi che dovremmo pagare sulle nostre bollette e sui disservizi che con queste società potremmo subire. La nostra preoccupazione è ben fondata, essendo alcuni comuni, del mandamento e tutti quelli dell’area nolana, da anni serviti da queste società di servizi che tartassano i residenti avendo in cambio un servizio che è deficitario. Allora ricordo che anche alcuni anni fa ci fu lo stesso tentativo di impossessarsi della nostra acqua ma la sollevazione popolare costrinse le amministrazioni dell’epoca a stare dalla parte dei cittadini e non scendere ad accordi farlocchi con queste società partecipative. Ebbene molti cittadini si chiedono del perché i nostri sindaci ancora su questa questione siano i letargo, secondo il mio modesto parere essendo queste partecipate dei carrozzoni politici ovviamente sono i classici contenitori i cui infilare qualche esponente politico amico degli amici e soprattutto servono a quel tipo di politica basata sul scambio clientelare. In poche parole una manna dal cielo per chi considera la politica un dare e avere. Per cui sta a noi cittadini impedire che ciò possa accadere. Se attendiamo che il lupo ci salvi sappiate che siamo già stati sbranati.
Gennaro Casoria

adsense – Responsive – Post Articolo