BAIANO. Lieto: “Chi ha operato per l’Ambiente e chi rimanda”

adsense – Responsive Pre Articolo

Riceviamo e Pubblichiamo. I rifiuti ad Arciano ci sono  sempre stati, è vero, ma è anche vero che gli Assessori  che conoscono i propri compiti, hanno subito preso provvedimenti, tu invece fai le foto e poi dichiari di toglierli fra mesi. Non devi confondere i ruoli. L’opposizione e i liberi cittadini ti pongono le criticità, anche correlate con foto, tu che dovresti essere un Amministratore ( e non un fotografo) hai il compito di risolvere il problema da subito non dopo  mesi. E’ strano che chi ti manovra non ti a spiegato queste cose. Siccome vi siete chiesti cosa ha fatto il sottoscritto durante il suo mandato, vi facilito il compito e vi elenco le cose più importanti così che possiate prenderne nota e farne tesoro. Innanzi tutto per evitare l’abbandono di elettrodomestici e suppellettili varie nel bosco e negli alvei, istituii la raccolta del materiale ingombrante porta a porta, infatti ogni sabato i cittadini depositavano davanti la propria abitazione il materiale ingombrante che veniva ritirato dalla ditta incaricata. Il risultato è stato la scomparsa totale del fenomeno dell’abbandono di Materiale ingombrante.

La Raccolta differenziata  con il sottoscritto è arrivata al 69% e abbiamo avuto da Legambiente nell’ambito del progetto “Comune Riciclone” tanti riconoscimenti, uno per tutti, il finanziamento della ristrutturazione del Cinema Colosseo. Abbiamo fatto ed attuato un progetto  con la Protezione Civile per il controllo giornaliero e notturno delle vie adiacenti al bosco per controllare il traffico illecito dei rifiuti e il taglio indiscriminato di alberi.  Per quanto riguarda il Casone di Arciano e l’annesso parco giochi questi venivano puliti e sorvegliati giornalmente dal personale del comune e della Comunità Montana garantendone la fruibilità a famiglie che passavano intere giornate in tranquillità all’aria aperta. Oggi il Casone è completamente abbandonato ed è stato più volte vittima di atti di vandalismo. Abbiamo fatto una lotta serrata all’Acacia infestante che stava distruggendo i Castagneti e grazie all’aiuto della Regione Campania abbiamo piantato 1000 alberi di castagno nella zona del Casone grazie agli operai della Smartland di Sperone.

Questa è solo una parte di quello che il sottoscritto ha fatto per i cittadini baianesi durante il proprio mandato ma soprattutto quello che distingue il mio operato dal vostro è stata l’attenzione costante giorno per giorno ai problemi del bosco di Arciano  e dell’Ambiente in generale e non in modo strumentale come state facendo voi. Voi assessori forse siete troppo giovani per ricordare queste cose ma chi è un politico di vecchia data, come il vostro Sindaco o chi vi sta alle spalle, vi potrà facilmente confermare quanto ho appena ricordato.

L’Ambiente, il bosco, la vita quotidiana sono una cosa seria e va trattata con serietà.

 Il Coordinatore dell’Associazione “Baiano in Movimento” – Stefano Lieto

adsense – Responsive – Post Articolo