BAIANO. Salotto di poesia, atto secondo con recital canoro di Francesca Fiordelisi, all’”Incontro”

adsense – Responsive Pre Articolo

 “Venti anni di donazioni insieme”, recita il logo della “brochure”, con cui il Gruppo Fratres presenta le  manifestazioni, che si svilupperanno tra l’odierna serata di sabato 31 maggio e domenica primo giugno, proseguendo il sette e l’otto giugno, nell’ambito della Festa del donatore e della Sagra della bontà, organizzate in sinergia con il Comitato Festa Santo Stefano.

    Un fitto programma, che, nel ricapitolare i valori delle esperienze, di cui il Gruppo  è stato costantemente attivo promotore, segna il rinnovato e convinto impegno della continuità- nel presente immediato e in proiezione futura-  del progetto, posto in atto nel 1994; progetto, incentrato sulla cultura della donazione e della raccolta del sangue, testimonianza di solidarietà, a sostegno dell’azione dei presidi ospedalieri e con  il diretto controllo  dell’Asl Avellino. Un’iniziativa, il cui input si deve al professore Raffaele Stago e recepita da una larga schiera di amici, in stretta collaborazione con  “L’Incontro”. Un lungo percorso, con il testimone del progetto raccolto  gradualmente dalle giovani generazioni del territorio. E va rilevato per la costanza delle donazioni, il Gruppo Fratres è tra meglio strutturati nel contesto regionale, in rapporto all’indice demografico del territorio. In genere, per ogni turno di prelievo sono oltre 100 i donatori. Una media che si conserva inalterata negli anni. I donatori sono di Avella, Mugnano del Cardinale, Sperone, Quadrelle, Sirignano e Baiano.

   Il Ventennale  si aprirà in serata, per appuntamento della Sagra della bontà, i cui stand sono allestiti in piazza Santo Stefano. Domani nelle sale attrezzate della Clinica “Villa Maria”, in via Libertà, alle ore 8,00  si procederà ai prelievi di sangue, dopo i controlli, a cui saranno sottoposti i donatori dal personale medico-specialistico dell’Azienda ospedaliera  “Moscati”. In serata…incontri ravvicinati con le degustazioni culinarie ed enogastronomiche  negli stand della Sagra, in piazza Santo Stefano. E nella stessa piazza, sabato sette giugno alle ore 9,00 andrà in scena il Torneo di minibasket, che cederà …spazio alle ore 11,00 alla Gincana, con percorsi di destrezza e giochi di abilità in bicicletta. Di pomeriggio , alle ore 16,00 sarà in scena il Torneo di basket.

   L’otto giugno- sempre in piazza Santo Stefano- un interessante evento folkloristico, il rito della preghiera del donatore e la premiazione dei soci meritevoli  saranno i tasselli della cerimonia conclusiva del Ventennale, con la partecipazione  delle rappresentazioni istituzionali del territorio.

    E se il Gruppo Fratres  celebra il Ventennale, nella sede de “L’Incontro , sipario calato sull’ atto secondo della serie programmata dei “Salotti di poesia, con la coordinazione del professore Carmine Montella. A proporre  le loro  composizioni di recente ed agile produzione, Gioacchino Amato, Diana Picciocchi, Stefania Russo, Enzo Barone, Pasquale Gaglione, Rosa Ruggiero, Lucia Gaeta, Maria Ronca, Sonia De Francesco e Giovanni Moschella. Una variegata gamma di sentimenti ed emozioni, affidata al linguaggio dei versi in modo più che dignitoso, con l’intermezzo delle riflessioni moraleggianti e civile sul modo di essere della società e delle tante, dominanti ipocrisie, da cui è attraversata e permeata.

   A rendere di particolare gradimento il “Salotto”, l’interpretazione  della celebre composizione  “‘A livella” delprincipe” Antonio De Curtis, tra le più scintillanti gemme- e certamente unica per la profondità umana del messaggio che dispiega- nel ricco panorama della poesia napoletana. Interpretazione, fatta da Giovanni Bellavista, modulando alla perfezione i passaggi del popolare  testo, integrata dalla splendida imitazione di Totò , nelle tonalità vocali e nella gestualità. A scandire l’evento, i bei momenti del recital canoro, proposto da Francesca Fiordelisi, con l’accompagnamento della “fedele” chitarra. Una performance di voce ben impostata e di calda espressività, con omaggio alla migliore tradizione dei cantautori italiani, primi tra tutti Lucio Battisti e Pino Daniele. Un’autentica  performance.

     E poi applausi  per poeti e poetesse, come per Giovanni Bellavista, ch’è stato uomo di luBAIANO. Salotto di poesia, atto secondo  con recital canoro di Francesca Fiordelisi, all’”Incontro” ngo corso nell’attività didattica, la cui briosa capacità, tuttavia, d’imitazione non è una sorpresa, e per Francesca Fiordelisi, che, pur impegnata nella professione di legalecura  l’amore per il canto e la musica, come sempre. Applausi meritati, per tutti.      

adsense – Responsive – Post Articolo