Gli alunni dell’I.C.“Giovanni XXIII” di Baiano: “cittadini del mondo” per un giorno

adsense – Responsive Pre Articolo

Gli alunni dell’I.C.“Giovanni XXIII” di Baiano: “cittadini del mondo” per un giornoNell’anno che ha visto l’Italia sede e protagonista di un evento di respiro internazionale quale l’Expo che la città di Milano ospita dal 1° maggio al 31 ottobre, l’I.C.“Giovanni XXIII” di Baiano non ha voluto ignorare l’altissimo valore educativo che hanno voluto avere tutte le Esposizioni Universali, nel corso dei secoli, e, in modo particolare, l’Expo 2015. Pertanto il Dirigente, Prof. Felice Colucci e il suo staff si sono attivati affinché una rappresentanza dei propri alunni si recasse a visitare l’evento in questione.

Il viaggio, della durata di 4 giorni, ha dato la possibilità ad un gruppo di ragazzi delle seconde classi della Scuola Secondaria di I grado di Baiano e di Sperone di immergersi nell’atmosfera straordinaria dell’Esposizione Universale 2015. Tutti gli alunni si sono fatti testimoni di una comune impressione: hanno percepito la globalità, la straordinarietà, l’universalità di ciò che hanno visitato; si sono sentiti protagonisti di un evento a cui tutto il mondo ha voluto partecipare, il più grande evento mai realizzato sull’alimentazione e la nutrizione, temi a cui i ragazzi erano stati già sensibilizzati ma, il viaggio all’Expo ha fornito loro un’ulteriore spunto di riflessione sulla forza della collaborazione e della cooperazione tra i popoli che sono fondamentali per raggiungere l’obiettivo di garantire sicurezza alimentare e cibo sano e sufficiente a tutti i Paesi del mondo. Soddisfatti per essere riusciti a garantire un vero e reale approfondimento, ai fini educativi, sulla sostenibilità del cibo buono e sano, il Dirigente e i docenti accompagnatori hanno potuto constatare anche quanto i ragazzi, passeggiando lungo il Cardo e il Decumano, si vedessero proiettati in un mondo globale, fatto di Paesi stranieri sì, ma non troppo, e di popoli venuti da lontano, ma adesso tanto vicini. Frasi del tipo “Andiamo in Giappone?”, “Visitiamo l’Azerbaigian?”, Entriamo in Argentina?” danno l’idea di quanto ragazzi di 12 anni abbiano saputo decontestualizzare un’esperienza e si siano sentiti, per la prima volta nella loro vita, cittadini del mondo. Altrettanto interessanti le ore trascorse nel centro di Milano che hanno visto i ragazzi emozionarsi nel vedere le celebri guglie del Duomo e nel visitare il grandioso edificio del Castello sforzesco, dove l’essenziale fusione delle due figure della Pietà Rondanini di Michelangelo, conservata in una delle sale, ha suscitato non poca ammirazione. Ma anche della passeggiata sul lago di Como resterà il vivo ricordo della suggestiva atmosfera nella quale si viene immersi.

Gli alunni dell’I.C.“Giovanni XXIII” di Baiano: “cittadini del mondo” per un giornoA conclusione del viaggio, i ragazzi, chiamati ad esprimere, a caldo, le loro prime sensazioni, hanno detto: “È stato bellissimo”, “Rifarei quest’esperienza 1000 volte”: sono queste espressioni semplici e non condizionate che convincono sempre più il Dirigente e i docenti dell’I.C.“Giovanni XXIII” di Baiano a perseverare nell’offrire ai propri alunni interessanti occasioni di arricchimento culturale e, soprattutto, di crescita personale.Gli alunni dell’I.C.“Giovanni XXIII” di Baiano: “cittadini del mondo” per un giorno

adsense – Responsive – Post Articolo