Dopo l’arresto del presunto assassino della piccola Fortuna Loffredo scatta la vendetta. Ecco cosa è successo

adsense – Responsive Pre Articolo

Dopo che la notizia dell’arresto di Raimondo Caputo, 43 anni avvenuta a Caivano stamane per essere accusato dell’omicidio e della violenza sessuale che la piccola Fortuna, persone non identificate hanno dato fuoco ad una delle finestre dell’abitazione dove sta scontando i domiciliari la compagna dell’accusato. Sconosciuti, intorno a mezzogiorno, hanno lanciato una bottiglietta contenente liquido infiammabile contro una finestra e poi appiccato le fiamme che si sono estinte autonomamente. La donna, 32enne si trova ai domiciliari perché accusata, in concorso con il compagno in carcere, di abusi sessuali nei confronti di una figlia piccola della donna. (Foto e Fonte il giornale di Caivano)

adsense – Responsive – Post Articolo