NOLA. Disposta l’autopsia sul corpo della giovane donna morta dopo il parto. Il padre: “voglio sapere come è morta”

adsense – Responsive Pre Articolo

E’ stata disposta l’autopsia sul corpo della giovane mamma 35enne di Poggiomarino, Clara Pinto, morta sabato all’ospedale di Nola dopo il parto avvenuto con il taglio cesareo. L’autopsia dovrà chiarire le cause della morte avvenuta qualche ora dopo avere dato alla luce il suo primo figlio. I carabinieri intanto su denuncia dei familiari hanno sequestrato la cartella clinica della donna.     La salma è stata trasferita nel Policlinico di Napoli dove sarà eseguito l’esame autoptico. “Mi devono dire la verità – dice il padre della donna, distrutto dal dolore – mi devono dire come è morta mia figlia.  Clara godeva di ottima salute”. Da quando si apprende la donna dove partorire naturalmente ma ciò non è avvenuto malgrado le stimolazioni. La donna ha dato alla luce il suo bambino sabato mattina attraverso un taglio cesareo. Dopo il parto la donna ha ricevuto diverse chiamate dai parenti. Alle 17,31 di sabato ha inviato il suo ultimo messaggio: “Sono distrutta”. Poco dopo il marito, Lorenzo Meo, ha ricevuto una telefonata con la quale l’ospedale l’ha informato che la moglie era rianimazione, l’uomo si è precipitato presso il nosocomio. Neanche il tempo di raggiungere l’ospedale, la moglie purtroppo era morta.

adsense – Responsive – Post Articolo