Rissa, botte, un ferito e 10 espulsi. Far West in una partita juniores

adsense – Responsive Pre Articolo

Un ferito, dieci espulsi e tante, tante botte. Bollettino dal fronte? No, e nemmeno il resoconto di una sentitissima finale di un Mondiale. No, affatto. Si trattava soltanto di una partita valida per il campionato regionale juniores campano… Allucinante quanto accaduto sul campo Chiovato a Bacoli, nella frazione di Baia, provincia di Napoli. Una maxi-rissa con dieci espulsi ed un ferito ha posto termine anzitempo al derby tra Sibilla Soccer e Puteolana 1909. I fatti  —  E’ vero, era un derby. Ed è pur vero che le due squadre si giocavano la testa della classifica. Ma quel che è accaduto va oltre la normale tensione da competizione. Un fallo di reazione al 70′ di gioco da parte di un giocatore della Puteolana su un atleta della Sibilla ha fatto saltare i nervi a parecchi giocatori in campo. Contestazioni e ritorsioni tra giocatori e tecnici in campo e l’arbitro si è visto costretto ad espellere dieci calciatori, cinque per parte, mettendo così fine al match. Nel contempo sugli spalti i genitori degli atleti non si sono risparmiati nello scambiarsi invettive e andando anche oltre, esasperando  ancor più gli animi sul terreno di gioco. Le ire non si sono placate nemmeno negli spogliatoi e si è infatti reso necessario l’intervento dei carabinieri di Bacoli e Pozzuoli, che ora stanno indagando sull’accaduto. Un giocatore della Puteolana ha dovuto far ricorso alle cure mediche del Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli per le contusioni riportate nella rissa.

adsense – Responsive – Post Articolo