SOMMA VESUVIANA. Preoccupano le condizioni di un minore rimasto coinvolto nell’incidente stradale di via San Sossio

adsense – Responsive Pre Articolo

Questa foto fornita dai carabinieri mostra il luogo dell'incidente mortale avvenuto sabato a Somma Vesuviana (Na) che ha scaturito il primo arresto in Italia per omicidio stradale, 28 marzo 2016.ANSA/

L’incidente stradale avvenuto a Somma Vesuviana il giorno prima di Pasqua,  dove ha trovato la morte Antonio Tufano 28 anni e portato l’arresto del 37enne Alessandro Pepe per omicidio stradale, potrebbe avere conseguenze ancora più gravi del previsto. Secondo alcune indiscrezioni si sarebbero aggravate le condizioni di uno dei due fratellini che al momento del sinistrosi trovavano insieme con lo zio, responsabile dell’incidente.  L’uomo anche lui è ricoverato presso l’ospedale napoletano Loreto Mare, dove è piantonato dai Carabinieri.  L’incidente avvenuto lungo via San Sossio all’altezza del ponte della strada statale 268 dei Paesi Vesuviani, oltre a provocare la morte di Antonio Tufano sta mettendo in apprensione i familiari dei due minori. Preoccupano infatti le condizioni di uno dei due, per essersi aggravate negli ultimi giorni.

adsense – Responsive – Post Articolo