Festival della Cucina Italiana negli Usa con il Provolone del Monaco Dop e il tonno di Iasa

adsense – Responsive Pre Articolo

Ritorna e si arricchisce il “Festival della cucina italiana” in programma a fine febbraio a Branford e New York. Due tappe per divulgare la cucina italiana e alcune delle sue eccellenze. La rassegna ideata dall’avvocato-gourmet Sergio Sbarra con il titolo originale di “Dining with the stars: festival of italian cousine” vedrà protagoniste le materie prime oltre che gli chef.

Per la prima volta oltre oceano in veste ufficiale il Consorzio di Tutela del Provolone del Monaco Dop  che sbarcherà in compagnia dell’azienda salernitana Iasa, leader nella trasformazione e nella commercializzazione di tonno, alici oltre che della deliziosa Colatura di Alici di Cetara.  Prodotti che saranno protagonisti dei menù delle due serate. Si parte il giorno 23 febbraio 2020 dallo “Strega restaurant” di Branford del padrone di casa Danilo Mongillo.

Nel corso dell’evento sarà premiato lo chef stellato Cristoforo Trapani, di origini campane, attualmente in forza del ristorante “La Magnolia” di Forte dei Marmi. Succede nell’albo d’oro riconoscimenti ad Alfonso Iaccarino, protagonista della prima edizione.

Ad accompagnare il premiato anche l’ambizioso Stefano Parrella della Lanterna di Mugnano del Cardinale. In rappresentanza del Consorzio di Tutela del Provolone del Monaco Dop il direttore Vincenzo Peretti. Mentre per l’azienda Iasa prenderà parte alla spedizione americana la “responsabile estero” Lucia Di Mauro.

Per le serate di Branford e New York si ricostituisce anche il gruppo della trasmissione radiofonica “Sapori di Mezzogiorno”. Oltre a Sbarra e Peretti infatti saranno presenti il direttore della Gazzetta dei Sapori Roberto Esse e l’art director Ferdinando Polverino de Laureto.

Presente all’evento anche l’avvocato Raffaele Jervolino, leader nel campo dell’istruzione privata. Vicino al settore della ristorazione con le sue scuole alberghiere I Carissimi di Santa Maria Capua Vetere e l’Istituto Stefanini di Casalnuovo.

“Per me è un onore premiare Cristoforo Trapani campano autentico. Sono lieto –spiega l’organizzatore Sergio Sbarra- di condividere questa esperienza con numerosi amici. Siamo già stati uniti da precedenti esperienze e siamo pronti anche per questa. Infine grazie alle aziende che credono in questo progetto come il Consorzio di Tutela del Provolone del Monaco Dop e l’azienda di prodotti ittici Iasa”.

 Si replica la sera del 25 febbraio. Ad ospitare la seconda tappa del tour sarà il Ristorante Lago di West Harrison a New York.

Massimo Antonino Cascone

adsense – Responsive – Post Articolo