Afghanistan, D’Amelio: “Ora rete istituzionale con le associazioni per coordinare e potenziare l’accoglienza”

adsense – Responsive Pre Articolo

“Le immagini drammatiche che arrivano in queste ore dall’Afghanistan, con le donne e i bambini umiliati e oggetto di violenze disumane, ci richiama alla responsabilità e al dovere di garantire una rete di protezione e un programma umanitario di sostegno alle donne e ai bambini afghani. In queste ore in Campania stanno arrivando i primi profughi. Per questo ora dobbiamo coordinare al meglio, organizzare e potenziare il sistema di accoglienza, solidarietà e protezione internazionale del nostro territorio, evitando che le offerte di aiuto si realizzino senza un raccordo che unisca in una prospettiva condivisa le singole iniziative”. Così dichiara la consigliera alle Pari opportunità della Regione Campania, Rosetta D’Amelio.

“Lo faremo – continua D’Amelio – insieme ai Sindaci e a tutte le associazioni, il mondo del volontariato, singoli e cittadini che, in queste ore, si sono  già attivati e resi disponibili ad aiutare le donne e i minori afghani, per garantire un futuro sereno, quei diritti negati nel loro paese, a partire dal diritto all’istruzione, permettendo di concludere i percorsi di formazione e istruzione presso le nostre scuole, Università e Centri di Formazione. In particolare nei giorni scorsi, con l’Osservatorio sul fenomeno della violenza sulle donne e la sua presidente Rosaria Bruno, abbiamo rivolto un appello raccogliendo già molte disponibilità”.

“C’è un moto di solidarietà che sta crescendo – conclude D’Amelio – che la Regione Campania deve tradurre in una rete forte di comunità solidali e accoglienti, come è nella tradizione delle nostre genti”.

adsense – Responsive – Post Articolo