Calendario serie A: arriva il girone asimmetrico

adsense – Responsive Pre Articolo

In Italia ci sono 60 milioni di allenatori: questa è una delle citazioni più famose, ma anche più veritiere sul nostro paese. Con milioni di abbonati tra Sky, Mediaset e DAZN, così come una presenza media di circa 27.000 spettatori per ogni singola partita di Serie A, il campionato italiano è uno dei migliori al mondo. Anzi, la Serie A è il migliore campionato al mondo secondo la IFFHS (International Federation of Football History & Statistics).

Il primo posto in questa speciale classifica mancava alla Serie A da circa 15 anni, visto che l’ultimo primo posto risale al 2006 quando l’Italia aveva vinto i mondiali di calcio. E forse porterà buona fortuna alla prossima stagione di Serie A 2021/22, da quando verrà introdotto un cambio drastico nel regolamento del campionato: arriva infatti il girone asimmetrico.

Come funziona il campionato di Serie A

Dal 1929-30, il campionato italiano adottò la formula del girone unico dove si svolgono incontri diretti tra tutti i partecipanti del campionato, con partite di andata e di ritorno. Da quel momento in poi, non ci furono grandi cambiamenti nel regolamento, se non nel numero delle squadre. Per la maggior parte del tempo ci sono state 16-18 squadre a contendersi lo scudetto.

Calendario serie A: arriva il girone asimmetrico

 

Fonte: Unsplash

 

Dal 2004-05, il numero è aumentato fino ad arrivare a 20 squadre fisse e ogni anno vengono retrocesse e promosse tre nuove squadre. Per la stagione 2021/22, per esempio è toccato alla Salernitana di arrivare in Serie A dopo 22 anni di assenza.

Ma con l’arrivo della stagione 2021/22, arriva una novità nel regolamento del massimo campionato calcistico italiano che riguarda la gestione del calendario delle partite. Il girone di ritorno diventa asimmetrico, come già avviene nella Premier League inglese, la Liga spagnola e la Ligue 1 francese. Ciò significa che le partite del girone di andata e del girone di ritorno saranno diverse fra loro, mentre finora si invertivano solamente le squadre che giocavano in casa e fuori casa.

Le novità del girone asimmetrico per la Serie A

Per le future stagioni della Serie A avremo a che fare con dei gironi asimmetrici, che si distingueranno dagli altri campionati per il fatto che le partite di ritorno saranno totalmente diverse da quelle di andata, sia per l’ordine, sia per l’accoppiamento delle varie squadre all’interno dello stesso turno. Con una rivoluzione del genere in arrivo, l’attesa è alta anche per sapere quali saranno le nuove quote per il calcio in Italia, perché il girone asimmetrico cambierà la disposizione delle partite con molti vantaggi.

 

adsense – Responsive – Post Articolo