Casamarciano, il comune aderisce alla campagna social per l’approvazione del ddl Zan contro ogni forma di discriminazione

adsense – Responsive Pre Articolo

Il comune di Casamarciano dice sì al ddl Zan, il provvedimento contro l’omofobia promosso dal deputato Pd, Alessandro Zan.
Con un post su Facebook il sindaco Carmela De Stefano e l’assessore alle pari opportunità Pietro Tortora aderiscono alla campagna social lanciata da Vanity Fair e rilanciano l’invito ai rappresentanti politici dell’area nolana a scendere in campo per i diritti civili.
La legge prevede l’introduzione di misure di prevenzione e contrasto alle discriminazioni e alla violenza, per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulle disabilità.
“Un atto dovuto e di responsabilità, soprattutto qui al Sud dove, senza falsi moralismi, esistono ancora forti discriminazioni – dichiara l’assessore Pietro Tortora – Facciamo rete e contribuiamo a rendere virale questa campagna di sensibilizzazione per l’approvazione della legge Zan che oggi rappresenta la principale espressione di libertà, necessaria per la costruzione di una società inclusiva ed integrata”.
“Non è un gesto simbolico ma la ferma convinzione che è fondamentale, oggi più che mai, favorire azioni di apertura e di condivisione per la tutela dei diritti umani – aggiunge il sindaco Carmela De Stefano – I giovani hanno bisogno di esempi e solo con una politica di inclusione e di rispetto, scevra da logiche discriminanti, possiamo realmente consegnare il futuro del Paese nelle mani delle nuove generazioni. Casamarciano ha sempre guardato oltre facendosi portavoce dei diritti umani. Ecco perché – dice il sindaco – invito tutti gli amministratori del territorio ad aderire all’iniziativa e a far sentire la nostra voce al di là del colore politico”.

adsense – Responsive – Post Articolo