Inter, Juve, Milan: le sfide che decideranno lo scudetto

adsense – Responsive Pre Articolo

Quest’anno la lotta per lo scudetto sembra molto più intrigante rispetto a prima. La Juventus sogna ardentemente il decimo successo consecutivo, ma stavolta la strada sarà più impervia del solito. I bianconeri sono ancora al centro di una rivoluzione tecnica che non è passata solo attraverso il doppio cambio di allenatore in due anni. Molti addetti ai lavori lamentano una centralità di Cristiano Ronaldo in una squadra dal gioco praticamente assente. Diversi ruoli della rosa sarebbero ad oggi ancora poco chiari. La confusione generale si traduce così in un rendimento a tratti altalenante, che ha prodotto molteplici passi falsi nel corso di questa stagione. La vetta della classifica appare distante. Bisogna sperare soprattutto negli errori degli altri per fare il colpaccio.

L’Inter è più determinata che mai per mettere le mani sul tricolore. Il calendario dei nerazzurri non è particolarmente ostico. Il prossimo big match del “Biscione” sarà contro il Napoli, il 18 aprile. Lo scontro diretto con la Juventus, già battuta all’andata, avrà luogo solo alla penultima giornata, il 16 maggio, quando probabilmente i giochi saranno già chiusi. Non sono pochi gli incontri di cartello che si svolgeranno nel finale di campionato: si giocheranno infatti anche Juventus-Milan il 9 maggio e Inter-Roma il 12 maggio. L’esito di questi match ovviamente non può mai essere considerato scontato, fare un pronostico alla vigilia è assai complicato. Lo ha dimostrato il recente incontro tra Milan e Napoli del 14 marzo. Le quote del match Milan-Napoli indicavano i rossoneri come favoriti. Gli ospiti partenopei si sono imposti per 1 a 0 con rete di Politano.

L’Inter è ovviamente la grande favorita, per il vantaggio accumulato in classifica, e punta a interrompere il dominio juventino. I nerazzurri erano arrivati al secondo posto nella passata stagione. Alla fine la differenza con la Juventus fu di un solo punto: i bianconeri vinsero il campionato con qualche giornata di anticipo e non si curarono troppo dei risultati delle ultime partite, impiegando molte seconde leve. Come l’Inter, vorrà approfittarne il Milan: da quando Zlatan Ibrahimovic è tornato in rossonero il “Diavolo” sta volando. Come minimo i rossoneri intendono tornare in Champions League, ma il vantaggio in classifica nei confronti delle varie inseguitrici va incrementato per essere sicuri di riuscire nell’impresa. Sono ben 7 anni che il Milan non prende parte alla massima competizione continentale, in cui ha fatto sfaceli per buona parte della propria storia.

Insomma, al momento ci sono ancora diversi spiragli che lasciano qualche possibilità a ben tre squadre per vincere lo scudetto. Se si volesse individuare una potenziale outsider, questa sarebbe probabilmente l’Atalanta, che dispone della rosa migliore tra tutte le formazioni che aspirano alla qualificazione in Champions League. La Lazio non sta replicando la cavalcata dell’anno scorso e la Roma vive troppo spesso di alti e bassi per riuscire a impensierire così tante squadre sopra di lei. Fuori discorso anche il Napoli, che nei prossimi mesi potrebbe rischiare di ricominciare nuovamente da zero, con il terzo allenatore nell’arco di due anni.

Inter, Juventus e Milan: le tre strisciate, le tre squadre che vantano i migliori bomber del campionato quali Lukaku, Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic, si giocheranno il titolo nazionale come hanno quasi sempre fatto dalla fondazione delle rispettive società. Quando si verificherà un miracolo in stile “Leicester” anche in Serie A? Ai posteri l’ardua sentenza, perché la sensazione è che ci sarà da aspettare parecchio.

adsense – Responsive – Post Articolo