Ritrovamenti archeologici ad Atripalda (Avellino), Barbaro (FdI): «il ministro Franceschini intervenga per la messa in sicurezza dei beni e per la loro valorizzazione»

adsense – Responsive Pre Articolo

 La valorizzazione archeologica del patrimonio irpino è al centro dell’ultima interrogazione parlamentare del sen. Claudio Barbaro (Fratelli d’Italia, componente della Commissione Cultura) presentata al Senato ed indirizzata al ministro della cultura, Dario Franceschini.

«Nel territorio dell’odierna Atripalda – si legge nel testo – sorgeva in epoca antica la città di Abellinum, inizialmente come insediamento sannita della popolazione italica degli Hirpini, poi rifondata sotto i romani nell’ 82 a.C. e quindi cinta da un possente sistema murario; tuttora Atripalda conserva numerose ed importanti testimonianze architettoniche e culturali del suo antico passato, anche visitabili presso i 25 ettari del parco archeologico dell’antica Abellinum».

«Nel mese di aprile 2021 – continua il Senatore – durante i lavori edili per la costruzione di un impianto di distribuzione al dettaglio di carburanti sulla via Appia, nelle operazioni di scavo per la collocazione di alcuni plinti, sono venuti alla luce resti di antiche mura, che probabilmente appartengono ad un anfiteatro romano edificato nella zona».

Data l’importanza del ritrovamento, il sen. Barbaro chiede al ministro Franceschini «se abbia già disposto o intenda tempestivamente disporre misure di preservazione e messa in sicurezza del ritrovamento», «se attraverso la locale Soprintendenza intenda promuovere, insieme al Comune di Atripalda ed ogni altro ente competente o interessato, la valorizzazione del ritrovamento» e «se voglia promuovere interventi per la realizzazione di un impiego integrato ed omogeneo e complessivamente strategico, sotto il profilo culturale, di ricerca storica e di turismo, di tutti i siti, i ritrovamenti ed i parchi archeologici della provincia di Avellino».

adsense – Responsive – Post Articolo