Sanità, svolta carenza medici di medicina generale. Italia Viva: “Regione vincola zone di apertura studi, garantita assistenza a residenti aree periferiche. Soddisfazione dopo nostra interrogazione ”.

adsense – Responsive Pre Articolo

Sanità, svolta carenza medici di medicina generale. Italia Viva: “Regione vincola zone di apertura studi, garantita assistenza a residenti aree periferiche. Soddisfazione dopo nostra interrogazione ”.

In considerazione della carenza di medici di medicina generale nelle zone periferiche della città metropolitana di Napoli, in particolare nei territori afferenti all’VIII Municipalità, la Regione ha chiesto all’Asl Napoli 1 Centro di individuare delle aree vincolanti di apertura degli studi medici. Inoltre, con Decreto dirigenziale sono state approvate e pubblicate le graduatorie definitive e sono stati convocati i medici per l’assegnazione degli incarichi di Assistenza Primaria e di Continuità assistenziale.

“Grazie alle sollecitazioni del presidente dell’VIII Municipalità  Apostolos Paipais sono state accolte le istanze dei cittadini napoletani  che da tempo lamentano, in alcuni quartieri, la pressante carenza di medici di medicina generale. Prestare attenzione a tale difficoltà è stato un atto doveroso e ha costituito la ragione della nostra interrogazione presentata in Consiglio regionale, al fine di sollecitare soluzioni perché fosse garantito a tutti il diritto alla salute”. Così Tommaso Pellegrino e Francesco Iovino, consiglieri di Italia Viva e firmatari della interrogazione.

“La risposta tempestiva giunta dalla Direzione generale – hanno proseguito Pellegrino e Iovino  – è motivo di soddisfazione e rappresenta la svolta che attendevamo. Inoltre evidenzia  lo straordinario lavoro che la Regione Campania svolge per garantire un equo ed efficace funzionamento del sistema sanitario e nello specifico della medicina territoriale”.

 “Ringrazio i consiglieri Pellegrino e Iovino – ha precisato Apostolos Paipais – per la sensibilità manifestata e la sinergia istituzionale tra Municipalità e Regione. La risposta scritta e ufficiale ci rassicura sulla volontà di risolvere una situazione ancora complessa ma per la quale si intravede la luce. Riteniamo indispensabile dare un segnale concreto ai cittadini”.

adsense – Responsive – Post Articolo