Forino (Av): Vecchie e nuove “Bruttezze”, ancora in alto mare

adsense – Responsive Pre Articolo

Da anni cerchiamo con spirito libero, democratico e costruttivo di portare alla ribalta dei riflettori le svariate problematiche che affliggono il territorio di Forino. Lo si è sempre fatto senza spirito di venalità, di interessi e partiti presi, ma solo per mero sentimento territoriale ed in un’ottica costruttiva pensando agli antichi fasti forinesi e di come ora si presenta la situazione e di come già nel 2016 quando, abbiamo iniziato a scrivere, si presentava, ma lo abbiamo sempre fatto. Parliamo però del presente, iniziando l’argomento nell’ attualità partendo dalle strade Comunali e di quelle Provinciali che battono sul territorio comunale. Strade Comunali in tantissimi punti dissestate, qualcosa é stato fatto, ma non basta. Strade Provinciali tra cui la SP 27 che da Petruro porta a Forino percorribile solo con i cingolati come ormai la ex SS. 403.Corso Via Roma peggio che andar di notte. In altre paesi dell’ Irpinia asfaltate dall’ Ente Provincia, a Forino si attende ancora, non si sa fino a quando. Situazione Polivalente e Campo Sportivo, a dir poco desolante. Forino è forse tra i pochi Comuni dell’ Irpinia a non avere più strutture ricreativo sportive. Infatti, se a codeste, ci aggiungiamo la mancanza di una Biblioteca Comunale, la mancanza di una Palestra Comunale usata solo per numero contingentato di persone, allora il quadro è ancora più drammatico. Passiamo a Celzi di Forino, persone sequestrate in casa ad ogni pioggia. Al momento non si è vista alcuna risoluzione o una prospettiva definitiva in tal senso. Situazione Scuole Forinesi con 5 plessi in essere. Che dire, rubinetti di soldi pubblici aperti per spese di varia natura, mentre in quasi tutti i Comuni irpini si è riusciti a riunire tutti i gradi di istruzione in unico plesso. Se a questo giustamente si aggiunge la databilità delle stesse strutture ospitante gli alunni, il quadro è completo. Passiamo al Serbatoio Idrico Comunale, non si sa cosa ne sarà. Ci sarà l’ Acqua nei rubinetti dei forinesi la prossima stagione estiva? Vedremo. Palazzo Marconi, ecomostro inguardabile. Ma non dovevano ripartire i lavori di ristrutturazione. Ma quando? In quale anno? Non si sa. Ci chiediamo allora. Cosa è stato fatto in fase strutturale per questo Comune? Domanda da dieci milioni di euro, qualcuno ci dirà. Dopo queste postille avremo sicuramente il solito “attacco” mal velato per quel che abbiamo evidenziato, ma una cosa ci conforta: la desolante situazione del territorio di Forino è ormai sotto agli occhi di tutti. Noi abbiamo cercato solo di fare una sintesi, un elenco delle maggiori e grandi bruttezze delle quali dall’ anno 2016 ci occupiamo. Poi ad ogni cittadino il personale giudizio oppure l’ aggiunta di altro. Daniele Biondi

adsense – Responsive – Post Articolo