Lauro, sotto le stelle… la Commedia eduardiana “Non ti pago” e “Piensa En Mi”

adsense – Responsive Pre Articolo

Lauro, sotto le stelle… la Commedia eduardiana “Non ti pago” e “Piensa En MiProseguono, a ritmo intensissimo, le manifestazioni a Lauro, in concomitanza con la festa dei SS. Patroni: musica, teatro, mostre, gastronomia e…tanto altro; fino al 1 settembre sono aperte le mostre di pittura di valenti artisti locali (Fabio Niola alla Collegiata, Niccolò Leto presso la Sede Pro Lauro, Salvatore Russo all’ex asilo S. Filippo Neri e Felice Bossone presso la sala consiliare); da non perdere la mostra fotografica di Anita Annunziata nella cripta della Chiesa della Pietà.
Particolarmente attesa è la rappresentazione teatrale “Non ti pago” di De Filippo proposta dalla compagnia di giovanissimi attori “Scugnizzi” di Taurano alle ore 21,30 in Piazza Marginale Lancellotti con la regia del giovanissimo attore Nicola Le Donne.
Una commedia dal titolo e dai contenuti molto attuali vista la precaria situazione economica di cui si parla da tempo. Nicola Le Donne  proporrà una regia, sobria, asciutta ma divertente.
Mettere in pratica gli insegnamenti di un anno scolastico, trasferendo sul palcoscenico le tecniche apprese durante le intense sessioni di prove.

Per i giovanissimi allievi della scuola elementare di Taurano “Benedetto Croce”, già esibitisi a Taurano il 13 agosto u.s., sta per arrivare il giorno clou: mercoledì 28 agosto p.v. alle 21, infatti, si esibiranno a Lauro, nell’ambito nel cartellone estivo dell’Associazione Lauro InVita.

Trama commedia “Non ti Pago”
Ferdinando Quagliuolo, alla morte del padre, eredita la gestione di un “bancolotto”; il suo antagonista, Mario Bertolini che ivi lavora, fa la corte alla figlia Stella, sfidando la contrarietà del genitore, ma avendo dalla sua parte la madre della ragazza e moglie di Ferdinando, Concetta. Dopo la clamorosa vincita di Bertolini, che dichiara di aver ricevuto i numeri vincenti in sogno dal padre di Ferdinando, si acuiscono i contrasti fra i due fino al gesto di Ferdinando che, invidioso, si impossessa del biglietto vincente e si rifiuta di pagare la vincita.
Secondo Ferdinando la vincita spetta a lui di diritto in quanto è stato suo padre ad apparire in sogno al Bertolini, a detta del protagonista per mero errore di persona. Per far valere i suoi presunti diritti, Ferdinando si rivolge all’avvocato Strumillo e al parroco Don Raffaele che non possono che dargli torto. Solo contro tutti nei suoi accessi di invidia, Ferdinando, spalleggiato ormai solo dal tonto uomo di fatica Aglietiello, lancia un pesante anatema contro il Bertolini, augurandogli sventure “fino alla settima generazione” al momento della restituzione del biglietto vincente.
In seguito alle disgrazie capitate al Bertolini, Ferdinando, soddisfatto, ottiene la rinuncia ad incassare la vincita da parte del rivale, acconsentendo al matrimonio di Mario con la figlia dandole in dote proprio l’ammontare della “sua” vincita. (fonte wikipedia).

“Piensa En Mi”.

A partire dalle ore 24 concerto a mezzanotte presso la cripta della Chiesa della Pietà di Lauro. Quest’anno si punterà tutto sulla lettura di brani di autori latino americani e sulle musiche del tango e della bossanova del Maestro Lucio Matarazzo alla chitarra.
Gli attori Franco Nappi e Giulia Fasano leggeranno brani molto particolari, poesie e passi in spagnolo e italiano sulle musiche del duo, formato da Carla Senese al mandolino e Riccardo Del Prete alla chitarra e ci faranno rivivere, attraverso le atmosfere dei brani e delle canzoni, il carisma dei poeti e la magia di un’epoca. Tutto questo, e molto altro ancora, è l’evento “Piensa En Mi”, in programma per mercoledì 28 agosto a Lauro InVIta.

adsense – Responsive – Post Articolo