Arriva in Gazzetta Ufficiale la richiesta di riconoscimento dell’IGP Olio Campania Amore: “Un primo straordinario risultato per gli olivicoltori e per tutta l’agricoltura regionale”

adsense – Responsive Pre Articolo

L’approdo in Gazzetta Ufficiale della richiesta di riconoscimento dell’IGP Olio Campania rappresenta un primo straordinario risultato che premia quanti hanno creduto in questo progetto e ci permette di guardare con fiducia al futuro delle nostre produzioni di eccellenza che potranno contare, una volta ricevuta l’approvazione dalla Comunità Europea, su di uno strumento in più per imporsi sul mercato nazionale, comunitario ed internazionale. Il disciplinare, una volta concluso l’iter, avrà inoltre il compito di tutelare le nostre varietà autoctone e così il lavoro degli olivicoltori campani. Credo che questo sia un giorno importante per tutta l’agricoltura regionale”.
Queste le dichiarazioni di Raffaele Amore, presidente del Comitato promotore IGP Olio Campania, a commento della notizia della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della richiesta di riconoscimento.
“Siamo una delle regioni a maggior produzione olivicola, con oltre 75.365 ettari olivetati che rappresentano il 6% del totale nazionale per un indotto che conta 356 frantoi attivi. Il disciplinare di produzione al quale abbiamo lavorato prevede l’uso esclusivo di 18 diverse varietà autoctone che rappresentano tutto il territorio regionale. In una giornata come questa non posso che ringraziare quanti hanno reso possibile questo primo importante risultato ed in primis, quindi, i produttori, trasformatori e le organizzazioni di produttori che hanno aderito al nostro comitato. Grazie alla Regione Campania ed in particolare all’Assessore all’Agricoltura Nicola Caputo che fin dall’inizio di questo percorso ha creduto nell’IGP e con il quale mi sono incontrato, già nella giornata di oggi, per programmare quelli che saranno i prossimi passi per la promozione dell’Olio Campano ad iniziare dalla partecipazione ad eventi fieristici, a carattere nazionale ed internazionale, sperando che il superamento della pandemia ne permetta quanto prima la ripresa. Con Caputo, poi, voglio ringraziare l’intera struttura dell’assessorato regionale. Grazie all’onorevole Pasquale Maglione, componente della commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, ed al già sottosegretario Giuseppe L’Abbate. Un pensiero poi va sicuramente alla compianta Maria Sicuranza, nostro coordinatore che ci ha lasciati prima di raggiungere questo traguardo e per il quale, siamo sicuri, sarà orgogliosa. Un ringraziamento alle associazioni di categoria che hanno supportato il comitato, e quindi Coldiretti, Cia – Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Confcooperative e Confindustria ed un grazie ai tecnici ed i professionisti che in maniera gratuita hanno lavorato alla stesura del disciplinare e di tutti gli elaborati tecnici allegati. Aspettiamo con fiducia che si completi l’iter comunitario, poi il nostro sogno di un IGP campano sarà realtà”

adsense – Responsive – Post Articolo