Villaricca (NA) e Macerata Campania (CE): prestanome del gruppo “orlando” arrestato dai Carabinieri. Sequestrati beni per oltre 100mila euro, la maggioranza di quote societarie di una scuola primaria paritaria

adsense – Responsive Pre Articolo

I Carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un’occ emessa dal Gip di Napoli su richiesta della d.d.a. nei confronti di 2 indagati ritenuti contigui al clan “orlando”, operante a Marano di Napoli, Calvizzano e Quarto, ritenuti responsabili di concorso in trasferimento fraudolento e possesso ingiustificato di valori con l’aggravante di finalità mafiose.

Sono Isidoro Di Maro, 43enne, di Villaricca ed Emanuele Tenneriello, 39enne, di Macerata Campania.

Il primo era stato tratto in arresto anche il 18 aprile, in esecuzione di 30 occc a carico di soggetti legati al gruppo “orlando” responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, traffico di stupefacenti e detenzione illegale di armi da guerra.

Nel corso delle indagini è stato accertato che Di Maro aveva attribuito in modo fittizio a Tenneriello il 52% delle quote societarie di una scuola paritaria primaria di Calvizzano.

Quelle quote sono state sottoposte a sequestro in virtù del medesimo provvedimento: il loro valore ammonta a 122mila euro.

Al termine delle formalità, Di Maro –già ai domiciliari- è stato tradotto al centro penitenziario di Secondigliano mentre Tenneriello è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla p.g.

adsense – Responsive – Post Articolo