Göbeklitepe, ora si può visitare anche in mongolfiera!

adsense – Responsive Pre Articolo

  • Carmen Guerriero
  • (credit photo : copertina- Ambasciata Turchia-Ufficio cultura e informazione, testo -Carmen Guerriero)

Non c’è che dire, la vista migliore è sempre dall’alto!

Lo sanno bene in Cappadocia, dove la richiesta delle gite mongolfiera per sorvolare i pinnacoli dei mitici “camini delle fate” registrano costanti incrementi, essendo un’esperienza imperdibile quando si visita la bellissima regione turca della Cappadocia, terra degli antichi Ittiti.

Emozioni indimenticabili anche per chi resta a terra, col naso all’insù ed il cuore in sobbalzo ad ammirare il cielo di primissimo mattino, cangiante nei colori dell’aurora, mentre, man mano, si riempie, di palloni colorati con le gondole piene di turisti, al suono sordo dello stantuffo (bruciatore) che, di tanto in tanto, spinge l’aria calda nel pallone, fino a quando non inizia ad acquistare quota. Göbeklitepe, ora si può visitare anche in mongolfiera!

Ora anche nel sito archeologico di Göbeklitepe, insediamento risalente a 12.000 anni fa, situato a Örencik, 18 chilometri dal centro di Şanlurfa, Turchia sud-orientale, ritenuto dalla comunità archeo-scientifica “il punto zero della storia” sarà possibile volare in mongolfiera e vivere così un’esperienza entusiasmante!

Göbeklitepe, ora si può visitare anche in mongolfiera!Al via, dunque, la nuova avventura anche qui, con i voli previsti all’alba, a garanzia di una maggiore spinta ascensionale, atteso che dipende principalmente dalla differenza tra la temperatura esterna e quella dell’aria contenuta nel pallone), nonchè per osservare dall’alto l’imponente sito archeologico ed ammirarlo nella luce magica dell’aurora, con la massima sicurezza come impongono le norme anti Covid 19.

Göbeklitepe, sito UNESCO dal 2018, presenta infatti monumentali strutture megalitiche circolari e rettangolari, interpretate come recinti, che furono eretti dai cacciatori-raccoglitori nell’era neolitica – prima dello sviluppo dell’agricoltura – tra il 9.600 e il 8.200 a.C. È probabile che questi monumenti siano stati usati per rituali di natura probabilmente funeraria. I caratteristici pilastri a forma di T sono scolpiti con immagini di animali selvatici, fornendo informazioni sul modo di vivere e sulle credenze delle popolazioni che vivevano nell’Alta Mesopotamia superiore circa 11.500 anni fa – tutti i dettagli qui 

Gobekli Tepe, la ‘Stonehenge dell’Asia’, tra mistero e stupore

 

Göbeklitepe nel 2019 è stato visitato da oltre 412.000 persone.

adsense – Responsive – Post Articolo