“Camminiamo insieme in nome della cooperazione”, Italia ed Israele unite per una riapertura efficace del turismo

adsense – Responsive Pre Articolo

In occasione del 66TH MEETING OF THE UNWTO COMMISSION FOR EUROPE (CEU) svoltasi ad Atene in data 2 giugno scorso, il Ministro del Turismo del Governo Italiano Massimo Garavaglia ha incontrato la Signora Orit Farkash-Hacohen, Ministro del Turismo dello Stato di Israele

Dopo l’incontro che ha avuto luogo a Roma alcune settimane fa tra Kalanit Goren Perry, Consigliere Affari Turistici, Ambasciata di Israele e il Ministro del Turismo dello Stato Italiano grazie alla mediazione organizzativa di S.E. Dror Eydar, Ambasciatore di Israele in Italia, in data 2 giugno scorso il Ministro del Turismo del Governo Italiano Massimo Garavaglia ha incontrato ad Atene Orit Farkash-Hacohen, Ministro del Turismo dello Stato di Israele.

Camminiamo insieme in nome della cooperazione, Italia ed Israele unite per una riapertura efficace del turismo
Il Ministro del Turismo di Israele Orit Farkas incontra Massimo Garavaglia, Ministro del Turismo del Governo italiano Crediti Israel Ministry of Tourism

Dialogo, amicizia, apertura, organizzazione turistica iniziando dalla prossima estate. Questi i contenuti dell’incontro

Con grande gioia da entrambi i protagonisti dell’incontro è stata accolta la notizia del ritorno a volare in Israele da parte di ALITALIA, segnale positivo di una ripresa del turismo già iniziata lo scorso 23 maggio con l’arrivo in Israele del primo gruppo di turisti organizzati.

Rinnovando la collaborazione tra i due Paesi, il Ministro Orit Farkash ha voluto anche aggiungere un personale ringraziamento nell’azione di vicinanza delle istituzioni italiane in occasione della tragedia della funivia del Mottarone che ha visto il coinvolgimento di un’intera famiglia israeliana deceduta nella tragedia, ricordando anche la straordinaria catena di solidarietà che ha avuto inizio per Eitan unico superstite della tragedia, il bimbo israeliano di 5 anni attualmente in cura a Torino.

All’interno delle future prospettive per il turismo da e verso entrambi i Paesi, si sono voluti ricordare gli storici accordi di Abramo che potranno dare veramente un nuovo impulso al movimento turistico dell’area offrendo pacchetti congiunti per tutti i Paesi del Vicino Oriente che hanno voluto aderire al progetto, sottolineando come Israele stessa sia un ponte culturale insostituibile.

“Gli Italiani sono pronti a ripartire per Israele e l’Italia non vede l’ora di accogliere il flusso dei turisti israeliani in Italia camminando insieme in nome della cooperazione” ha dichiarato Kalanit Goren Perry che fortemente ha creduto nella possibilità di questo incontro.

Maria Luisa Guerriero

adsense – Responsive – Post Articolo