SARDEGNA: VENTENNE UCCISO PER DIFENDERE LA MADRE.

adsense – Responsive Pre Articolo

È accaduto in Sardegna, Mirko, di soli vent’anni era in casa con sua madre, quando l’ex compagno della donna, un ventinovenne pakistano, si è introdotto nell’abitazione arrampicandosi dal balcone ed entrando dalla finestra dopo aver rotto un vetro.
In pochi metri si consuma la tragedia: l’uomo si avventa sulla donna, Mirko richiamato dal frastuono, interviene in difesa della madre, lanciando un vaso di fiori contro l’uomo. La reazione è immediata, con un coltello da cucina si lancia contro il ventenne finendolo con diciassette coltellate, che non hanno dato scampo al giovane sardo.
La furia dell’uomo si placa solo dopo aver inferto coltellate anche alla donna, che ora si trova in ospedale e lotta tra la vita e la morte.
Omicidio e tentato omicidio sono le accuse che vertono sul ventinovenne, il quale si è poi recato dalle autorità competenti, confessando l’accaduto, e sottolineando di essere stato lui per primo aggredito dal ragazzo e che si sarebbe solo difeso.
Domani l’esame autoptico sul corpo della giovane vittima che, intanto, viene ricordato da amici ed insegnati come un ragazzo buono e sempre pronto a difendere i più deboli.

Carla Carro

adsense – Responsive – Post Articolo