Domenica, nel Circolo Pd di Nola è stata presentata la candidatura per le primarie di Francesco Passaro.

adsense – Responsive Pre Articolo

È stato presentato ufficialmente nel Circolo Pd di Nola la candidatura per le primarie del 9 marzo di Francesco Passaro, attuale direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Avellino. Passaro è un politico di esperienza e di lungo corso. Già consigliere comunale di opposizione con i Ds nella consiliara Ambrosio. Negli anni successivi non venne eletto e si dedicò alla militanza politica. Alla presenza del parlamentare Massimiliano Manfredi e di Raffaella Mauro, Passaro viene ufficializzato candidato del partito Renziano. Dovrà vedersela con Maria Franca Tripaldi, noto avvocato penalista e presidente Acan, Gianluca Napolitano per Sel e Città Viva e Maurizio Costagliola, espressione della società civile.
Nel pd una scelta, quella di Passaro, che ha diviso il partito. Salvatore Velardi, noto sindacalista della Cgil Nolana che appoggia Gianluca Napolitano e l’incognita Maffettone-Giugliano: i due consiglieri comunali in carica che parlano di un appoggio non scontato. Poi c’e la posizione dell’ex segretario Attilio Di Lauro, che alle primarie parlamentari si mise “di traverso” alla linea di partito.
A Nola si voterà, come a Marigliano, a maggio e probabilmente accorpate alle Europee. Le vicende nazionali del centrodestra allontanano un alleanza tra Forza Italia e NCD di Alfano. Più spine che rose per il sindaco uscente, Geremia Biancardi e per Paolo Russo che lo sostiene. Candidature certe, quelle di Franco Ambrosio, Arturo Cutolo e Paolino Santaniello. Da non sottovalutare la discussione nell’Udc e Scelta Civica tra le correnti: Francesco Pizzella (commissario cittadino) che parla di linea di partito e Carmela Scala, ex Pd, vicina all’assessore Sommese che parla di candidatura autonoma.

adsense – Responsive – Post Articolo