Marigliano, la giunta adotta il nuovo Piano urbanistico Comunale

adsense – Responsive Pre Articolo

Un piano con un’anima green in cui si valorizzano il trasporto sostenibile, il patrimonio storico e l’agricoltura:  lo strumento urbanistico è stato adottato  oggi dalla Giunta guidata dal Sindaco Jossa ed è stato pubblicato sul portale istituzionale del Comune di Marigliano dove sarà a disposizione dei cittadini che, entro 60 giorni, potranno presentare eventuali osservazioni. I prossimi due mesi, nel corso dei quali saranno organizzati incontri ed eventi per promuovere la conoscenza del Puc e recepire proposte migliorative da parte della comunità, costituiranno  una nuova parentesi partecipativa, dopo la campagna di ascolto avviata prima dell’adozione del piano e caratterizzata da un significativo interesse da parte dei cittadini.

Per il  Puc, proposto dall’assessore  alla Pianificazione Territoriale, Rigenerazione urbana ed ambientale Anna Terracciano sono state messe in campo le migliori risorse per affrontare in breve tempo la sfida dell’adozione: è stato, infatti,  redatto dall’Ufficio di Piano, con la responsabile Rosalba di Palma, e il Centro Interdipartimentale di Ricerca LUPT dell’Università degli studi di Napoli Federico II con la referente scientifica Emanuela Coppola.

Lo strumento urbanistico adottato oggi dall’amministrazione comunale di Marigliano  si allinea alle politiche più avanzate di rigenerazione urbana e ambientale emergenti nell’esperienza urbanistica europea. In più si dota di un quadro e di progetti  strategici all’altezza delle sfide europee ed in grado di intercettare i fondi provenienti dalla programmazione europea, nazionale e regionale  ispirata al conseguimento degli obiettivi dell’Agenda 2030, per promuovere uno sviluppo sostenibile ecologicamente orientato e attuare una progressiva riduzione delle disuguaglianze sociali, economiche, ambientali e territoriali.

“Abbiamo disegnato un piano per chi vuole vivere Marigliano nella sua interezza e ci chiede di investire in progetti sostenibili che da un lato possano migliorare la vivibilità e dall’altro siano in grado di incentivare sviluppo ed occupazione.  Proposte da condividere attraverso il disegno di una città che anche l’intera amministrazione comunale con convinzione  punta a far diventare più green, più sicura, più funzionale e soprattutto più accogliente per  ognuno dei cittadini che vi abitano”, dichiara il sindaco Peppe Jossa.

Non è un caso, dunque, che il Puc sia stato costruito anche attraverso un significativo percorso di partecipazione pubblica  ” che –  sottolinea l’assessore  alla Pianificazione Territoriale, Rigenerazione urbana ed ambientale, Anna Terracciano –  ha rappresentato  un’occasione incredibile di apertura verso i cittadini che ci hanno chiesto di disegnare una  città in cui si vuole restare, di  valorizzarla attivando spazi di qualità anche in quei luoghi oggi abbandonati e degradati verso cui è forte il senso di appartenenza e di riappropriazione. Una città che si possa attraversare e vivere anche a piedi, potendo fruire nelle prossimità di tutti quei servizi necessari a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti”.

adsense – Responsive – Post Articolo