NOLA. Accuse per l’assessorato ai Beni Culturali del comune di Nola. Troppe spese per le festività natalizie

adsense – Responsive Pre Articolo

Nola: Città Viva accusa l’assessorato ai Beni Culturali del comune Bruniano di aver speso quasi 50.000 euro per le manifestazioni natalizie. Una polemica del movimento di sinistra che non risparmia critiche nei confronti dell’assessorato rappresentato dall’architetto Cinzia Trinchese. Nell’ultimo post pubblicato su facebook Città Viva dice che la Trinchese ha tolto l’amicizia non accettando, denuncia Città Viva “le critiche e il confronto democratico”. La Trinchese, che è responsabile dei Beni Culturali da pochi mesi, ha sempre chiarito che gli eventi natalizi erano “a costo zero” “Altro che costo zero” replica Città Viva che è rappresentata in Consiglio comunale con Chiara Ruocco.
Tempo fa lo stesso movimento, per il format televisivo “Le Note degli angeli” finanziato dalla Regione Campania, denunciava, sempre su facebook che il comune avrebbe speso più di 13.000 euro per ospitare lo staff tecnico del format rai-tv2000.  Ma le polemiche tra la Trinchese e le opposizioni non si placano. Lo stesso assessore, denunciava attraverso facebook di “non tollerare più insulti e faziosità” nei suoi confronti e che avrebbe “rimosso” chi continuava con critiche non costruttive.
Poi ci sono le polemiche sulle parcelle da avvocato che il sindaco Biancardi ha riscosso dal comune di Marigliano e le elezioni di Primavera per le quali gli elettori di Nola saranno chiamati ad eleggere il sindaco della città dei Gigli e Biancardi sarebbe candidato per un secondo mandato.

Nicola Valeri

adsense – Responsive – Post Articolo