NOLA. Anche la città degli gigli dice no all’abbruciamento dei rifiuti vegetali

adsense – Responsive Pre Articolo

Anche il comune di Nola dal 2 agosto ha finalmente fatto l’ordinanza sindacale che sancisce il Divieto assoluto di Abbruciamento dei rifiuti colturali (stoppie, ramaglie, foglie e potature).
Questo è solo l’inizio di un cambiamento per aumentare la nostra qualità di vita salvaguardando la nostra salute e anche quella dei contadini. L’ordinanza è importante nella misura in cui il primo cittadino fa partecipe la cittadinanza di un divieto, prescritto dalla legge, ma soprattutto a vantaggio della salute pubblica. Mi auguro che la cittadinanza tutta prenda coscienza dei propri diritti e il mondo contadino ritorni alle buone norme agricole. Il mio è un SI ALLA RACCOLTA DELLE NOCCIOLE ma IN SALUTE, affermano le associazioni ambientaliste.

adsense – Responsive – Post Articolo