Puc di Marigliano: al via la campagna di ascolto “social”

adsense – Responsive Pre Articolo

A Marigliano  il futuro si disegna con i cittadini: al via la “campagna di ascolto” sul Puc

L’appello del sindaco Jossa alla comunità: “La vostra opinione ci interessa per fare un piano fuori dal Palazzo e dagli uffici”

“Piano urbanistico partecipato”: questa la parola d’ordine che ispirerà il processo di pianificazione finalizzato alla riadozione del Piano Urbanistico Comunale e che ne accompagnerà il futuro percorso di approvazione per la città di Marigliano.

Questionari ed incontri tematici coinvolgeranno i cittadini, chiamati ad esprimersi con proposte e suggerimenti per orientare le scelte verso un futuro di sviluppo sostenibile, di cura dei luoghi e di inclusione per costruire una città nuova, accessibile e più equa.

In questo modo l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Peppe Jossa, con l’Assessorato alla Pianificazione territoriale, rigenerazione urbana ed ambientale sceglie dunque di imboccare la  direzione della condivisione degli obiettivi affinché nessuno possa sentire estraneo il territorio in cui vive.

Marigliano si inserisce così a pieno titolo tra le moderne città europee che più che al calcolo dei volumi guarda al benessere di ogni suo cittadino, delle famiglie, degli operatori economici e professionali e delle associazioni, che attraverso processi di cittadinanza attiva promuovono iniziative  di volontariato culturale e sociale.

Una formula innovativa che fa il paio anche con le modalità di diffusione della campagna di ascolto per la quale l’Assessorato guidato da Anna Terracciano, architetto e docente dell’Università Federico II di Napoli, ha ideato in collaborazione con il gruppo di ricerca del LUPT, Centro Interdipartimentale di Ricerca, coordinato dalla prof. Emanuela Coppola, un percorso di partecipazione caratterizzato  da un format comunicativo, in cui i valori espressi, anche attraverso un progetto grafico dedicato, sono quelli della  condivisione e dell’inclusione .

In linea con i tempi e con l’emergenza sanitaria in atto, i social sono stati scelti come “messaggeri” principali dell’invito alla partecipazione lanciato dall’amministrazione comunale che raggiungerà i differenti target sociali anche attraverso altri strumenti informativi come pubblicazioni e manifesti.

“Nessuno dei nostri 30 mila e più abitanti – sottolinea il sindaco Peppe Jossa –  dovrà essere dimenticato perchè ci interessa interagire con tutti e soprattutto sapere come vorrebbero che fosse le loro città ideale. Questo ci consentirà di indicare regole e prospettive che ognuno sentirà poi come proprie. D’altra parte è proprio così che immaginavamo di amministrare quando abbiamo chiesto la fiducia ai nostri concittadini”.

“É da troppo tempo – prosegue Jossa – che Marigliano è senza un piano che disciplini lo sviluppo del territorio. Il Puc è l’anima di una città e non ne disegna solo l’aspetto urbanistico. É in ragione di questa complessità che, con un progetto di partecipazione  condiviso da tutta la maggioranza,    ci apriamo alla comunità perché possa darci il contributo di cui abbiamo bisogno. Faccio pertanto appello a tutti i cittadini affinché ci supportino e ci facciano conoscere opinioni ed idee”.

Il questionario on line attraverso il quale ognuno potrà esprimere le proprie proposte sarà disponibile sugli account social dell’Amministrazione Comunale oltre che sul portale della città di Marigliano. Così anche il calendario degli incontri online che, a partire dal prossimo 27 aprile, apriranno il confronto su temi come il patrimonio storico e la rigenerazione urbana, le infrastrutture, la mobilità, i servizi, l’agricoltura, gli  spazi aperti e lo sviluppo della città.

“Il percorso di partecipazione – conclude l’assessore Anna Terracciano –  proseguirà anche dopo la riadozione del PUC, durante il periodo di apertura delle osservazioni formali. Puntiamo a  sviluppare una modalità di ascolto strutturata nel tempo attraverso la quale perfezionare e implementare le strategie e le azioni individuate dal Piano. Accrescere la conoscenza della città, assieme alla messa a punto di uno strumento efficace e condiviso di progetto e gestione del territorio, consentirà a Marigliano di proiettarsi verso una prospettiva di rilancio della sua immagine territoriale, capace di intercettare la programmazione e le linee di finanziamento nazionali ed europee”.

adsense – Responsive – Post Articolo