VISCIANO. Si chiude il sipario sulla XV edizione del presepe vivente. Video

adsense – Responsive Pre Articolo

Nel giorno dell’Epifania è giunta a termine la quindicesima edizione del Presepe Vivente di Visciano, purtroppo a causa delle cattive condizioni meteo, il 5 gennaio non sei tenuta la seconda serata fatto sta che ieri sera,  vi erano migliaia di persone in fila per poterlo visitare. Il presepe è stato allestito come sempre nel centro storico del paese. Centinaia, per l’esattezza 500, i figuranti che hanno preso parte e che rendevano il tutto realistico. La grotta ci ha colpito particolarmente, è stata infatti collocata all’interno di una vera stalla con tanto di bue e asinello, (come vuole la tradizione), ad interpretare  Giuseppe e Maria vi era una coppia di sposi con il loro bambino, in cane ed ossa,  che rappresentava Gesu’ Bambino. Questa edizione è stata all’altezza di quelli precedenti, molto curata nei minimi particolari. Il presepe vivente di Visciano rientra sicuramente tra le eccellenze campane, ed è tra i primi dieci d’Italia. Battuto il record di visitatori in questa terza serata della 15° edizione del Presepe Vivente. Circa 6,000, gli ingressi registrati dagli organizzatori in una serata, favorita anche dalla clemenza del tempo. Complessivamente, tra la prima e terza serata registrati circa 9,000 ingressi. Evento che ha fatto registrare consensi di critica e pubblico. Scene allestite con competenza e curate nei minimi dettagli. La Proloco che da qualche anno ha ereditato questa sacra rappresentazione si può ritenere soddisfatta, nonostante le difficoltà iniziali e le previsioni meteo poco favorevoli. Ogni scena è stata immortalità da reporter e cineoperatori giunti a Visciano per portare nelle proprie comunità e famiglie una testimonianza di fede della  Piccola Betlemme. Al termine delle visite c’é stata l’adorazione dei pastori con i propri doni e i Magi giunti dall’Oriente che ponevano  Messia, Oro, incenso e mirra. Poi la Fuga in Egitto della Sacra Famiglia. Una comunità coinvolta con i residenti del centro antico in prima linea con porticati e ingressi di abitazioni concesse per l’allestimento delle scene. Ordine pubblico e sicurezza garantiti dai volontari della Protezione civile e Croce Rossa Italiana, in sinergia con il comando di Polizia municipale e stazione Carabinieri di Visciano.

<a

adsense – Responsive – Post Articolo