AVELLA. Chiara Cacace: “ . Non è possibile che ci stiamo contagiando gli uni con gli altri“

adsense – Responsive Pre Articolo

Dopo i dati diffusi dall’Asl oggi martedì 27 ottobre che certifica altri 34 positivi ad Avella la capogruppo consiliare di “Cambia Avella”, Chiara Cacace, interviene con un comunicato:

“I dati di oggi dell’Asl dei contagi di Avella preoccupano. La parte personale ed umana di me mi porta subito a dire che auguro a tutti gli amici di Avella contagiati una pronta e serena guarigione. La parte politica ed il ruolo di Consigliere di Minoranza mi impone delle riflessioni. Troppi contagi in pochi giorni forse sono da addebitare a leggerezze e ad un calo di attenzione che a questo punto va affrontato con serietà e responsabilità per ridurre i danni e per intervenire, dove ancora possibile, sulla diffusione dei contagi. Dalla scorsa settimana avendo avuto alcune indiscrezioni ho sollecitato ed invitato le Istituzioni a verificare e rendere noti i luoghi pubblici, gli uffici e le scuole apparsi come possibili focolai. Ho altresì sollecitato a verificare e preoccuparsi che i contatti con contagi, in attesa di tamponi da processare, restassero a casa. Sono certa che nessun cittadino né le Istituzioni avrebbero voluto trovarsi di fronte a tutto ciò. Ma è pur vero che in una comunità piccola come Avella solo con serietà, responsabilità e certezze possiamo fermare tutto questo. Non è possibile che ci stiamo contagiando gli uni con gli altri. Un augurio di speranza a tutti noi”.

adsense – Responsive – Post Articolo