AVELLA. Covid-19, Chiara Cacace: “emergenza gestita male, troppa superficialità”

adsense – Responsive Pre Articolo


A più riprese la consigliera di “Cambia Avella” Avv. Chiara Cacace attraverso il suo profilo facebook ha accusato l’amministrazione di aver gestito male l’emergenza covid sul territorio. Ecco una delle ultime dichiarazioni in ordine di tempo:

“Sicuramente la situazione oggi vede un numero di guariti, ma ci sono stati altri molti contagi. Sono certa che tutti Amministratori e Istituzioni e cittadini non avrebbero voluto per la nostra comunità questo momento di paura che ha portato anche vari decessi. Ma con molta onestà ritengo che per varie ragioni la situazione COVID sia stata gestita male. Troppo superficiale la situazione dei controlli e dei monitoraggi dei positivi e quindi, pur se siamo in un paese piccolo dove è iniziato tutto con pochi casi, si è stati incapaci di incidere sulla tracciabilità dei contagi limitando la diffusione. A tutto ciò si è aggiunta la poca responsabilità verso se stessi e verso altri che hanno tenuto alcuni nostri concittadini. Oggi che sono riaperte anche le scuole dobbiamo essere ancora più cauti e attenti perché in questo momento sono tanti i contagi. Suggerisco con serenità alla Amministrazione e alle Istituzioni di riferimento di assumere nei propri ruoli un comportamento e decisioni che tengano conto del momento di diffusione che stiamo vivendo. La Protezione Civile va implementata e va gestita con capillare e quotidiana attenzione. Non possiamo permetterci superficialità, il momento è difficile e occorrerebbe anche maggiore chiarezza.”

adsense – Responsive – Post Articolo