AVELLA Covid-19, Palmieri:”Non è il momento delle discussioni,un dovere morale sostenere il sindaco”

adsense – Responsive Pre Articolo

Con una nota, che riceviamo e pubblichiamo, l’ex consigliere comunale Pellegrino Palmieri richiama l’attenzione sia dei cittadini che dei rappresentanti politici in questo momento delicato dopo l’aumento del numero dei contagi ad Avella.

“Come ormai tutti sappiamo la curva dei contagi ad Avella ha superato di gran lunga la soglia di attenzione, siamo, ormai, in una situazione di vero e proprio allarme. C’è bisogno, al di là dei possibili interventi restrittivi delle forze dell’ordine, di una grande attenzione da parte di ognuno di noi. Ogni singolo cittadino può, col suo comportamento, essere utile per la risoluzione del problema. Non è il momento delle discussini, dei confronti e, ancor meno, delle polemiche. Le motivazioni che sono alla base di questa escalation possono essere molteplici: le vacanze estive; gli assembramenti dovuti alle elezioni regionali; l’apertura delle scuola, fatto sta che di preciso non lo sappiamo. La caccia al colpevole non serve a nessuno. Credo che, in questo preciso momento, la nostra priorità, in quanto comunità, non sia quella di comprendere gli errori del passato o di esprimere giudizi pseudo scientifici o pseudo sociologici, per alimentare ansie e paura, ma contenere il contagio riducendo al minimo i contatti e applicando in maniera seria le norme anticovid. Il mantra dev’essere: tutelare le persone anziane e quelle maggiormente a rischio. Posso dire, senza temere smentite, di essere stato uno dei maggiori oppositori del Sindaco Biancardi, ma oggi credo, a prescindere dalle idee politiche che possono essere le più disparate, al di là anche dei ruoli che ogni singolo cittadino può occupare nella comunità, che questo sia solo il momento dell’unità. Credo che sostenere il Sindaco in questa situazione di grande difficoltà, sia un dovere morale di ogni avellano.”

adsense – Responsive – Post Articolo