AVELLA. L’appello di Erasmo Sorice: “Salviamo l’organo del Convento, era la volontà di padre Federico”

adsense – Responsive Pre Articolo

“Mi rivolgo a Lei quale primo cittadino, lei rappresenta il nostro paese”. A parlare è Erasmo Sorice, e lo fa sul proprio profilo facebook, il suo invito è per esaudire una dei desideri del compianto padre Federico, che è stato rettore del Convento dei Francescano di Avella fino a qualche mese fa, quando per una brutta malattia il francescano ha lasciato la vita terrena.  “Ecco il motivo per cui appello al Sindaco e a tutti i cittadini di Avella.  Domenica scorsa abbiamo ricordato il nostro caro padre Federico nella messa in suo suffragio ad un mese della sua salita al cielo. Ho avuto l’intrattenimento compito di parlare di lui del suo amore per il nostro Convento chiudendo l’intervento, ho detto invito queste persone, pertanto, a raccogliere il testamento morale che padre Federico ci ha lasciato. Padre Federico un giorno mi informò che aveva invitato un maestro organista per vedere cosa si poteva fare per l’organo che è nel Convento unico esistente in Avella e nel Mandamento, ci voleva una bella somma per metterlo in funzione. Dopo questo mi aggiunse che purtroppo c’era da fare altri lavori e quel desiderio si metteva da parte. Sono passati alcuni anni e non sarebbe un eresia invitare tutti i cittadini di buona volontà, anche di altri paesi ad esaudire un desiderio postumo per un carissimo amico del nostro paese.  A tutti quelli che leggeranno questo appello un invito a realizzare qualcosa che con la buona volontà potrebbe essere realtà. Lo dobbiamo a Padre Federico” .

adsense – Responsive – Post Articolo