AVELLA. Martedì udienza davanti al GUP per decidere se rinviare a giudizio o meno i familiari del sindaco

adsense – Responsive Pre Articolo

Si   terrà  martedì prossimo 21 gennaio 2014, l’udienza preliminare  a  carico  dei familiari del Sindaco di Avella circa la costruzione del fabbricato di loro proprietà, sotto sequestro da più di due anni in località Purgatorio, per varie irregolarità in campo edilizio.   E’ prevista, infatti  l’udienza  davanti  al  G.U.P.   dott.  Fiore  il quale  dovrà decidere se archiviare  o rinviare a giudizio gli autori degli eventuali reati in materia urbanistica;  gli imputati in questo processo sono, oltre ai parenti del sindaco, anche  l’ex  dirigente capo dell’U.T.C. di Avella, Ing. Carlo Buono,  e il progettista del  fabbricato ubicato in località  Purgatorio. Il   Comune  di  Avella  si  è costituito già parte civile  nominando  l’ avv. Carmine  Corrado, costituzione che creò particolare clamore proprio per essere stata effettuata da parte di un primo cittadino nei confronti di propri familiari stretti.  La  moglie del sindaco  è assistita dall’ avv.  Antonio  Zullo, del  foro di Ariano Irpino, l’architetto dall’ avv. Antonio  Venezia,  l’ex  dirigente dell’ufficio tecnico dall’avv. Silvio Sepe  e  l’arch. Sergio  Maglio  dall’ avv. Fabrizio Granata.

adsense – Responsive – Post Articolo