AVELLA.Politiche sociali: al via il “Campus Comunale dell’Arte”,agevolazioni per le famiglie

adsense – Responsive Pre Articolo

Considerate le disposizioni ministeriali e le ordinanze della Regione Campania che permettono  di poter organizzare attività per bambini sopra i 3 anni e per gli adolescenti, con la presenza di operatori, in parchi e giardini, ma anche altri luoghi all’aperto, come le fattorie didattiche e da giugno centri estivi e attività ludico-ricreativi, l’Assessore  alle Politiche sociali del Comune di Avella Dott.ssa Antonia Caruso presenta il progetto comunale “Campus dell’Arte” che avrà inizio con ogni probabilità lunedì 22 giugno. Le iscrizioni saranno aperte dal 15 giugno in poi e la modulistica sarà presto disponibile nel sito ufficiale del Comune di Avella o presso il Palazzo Baronale dove si potranno ottenere tutte le informazioni relative ai costi e a tutte le agevolazioni previste per le famiglie. Saranno impegnati per la realizzazione del Campus gli operatori dell’Ufficio Turistico SIAT, la Consulta delle Associazioni avellane, animatori e diverse figure professionali. E’ possibile ottenere informazioni inviando su whattsapp un messaggio o  chiamando al numero 3338847353 (Ufficio SIAT)

Il progetto nasce dalla consapevolezza che i bambini, a causa dell’allontanamento forzato dalla scuola, si sono trovati ad affrontare un vero e proprio snaturamento, sono stati privati della loro libertà di sentirsi studenti e dunque il campus sarà strutturato tenendo conto di quelle che sono le esigenze dei più piccoli che hanno subito le peggiori conseguenze di questa pandemia e diventare un valido supporto e una sorta di preparazione a quella che dovrà essere la loro ripresa tra i banchi di scuola a settembre.

Obiettivi:
• Il campus dovrà svolgersi all’aperto, principalmente nel Parco archeologico dell’Anfiteatro, al fine di puntare l’attenzione sull’arte e la cultura permettendo così al bambino di poter avvicinarsi alla storia del proprio territorio.
• Per creare un’alternativa alle solite attività che vengono proposte ai bambini durante il periodo estivo.
• Consolidamento del legame scuola-attività sul territorio
• Rafforzare il legame cittadino-ente comune: concedendo agevolazioni e opportunità economiche.
A chi è rivolto: Bambini della scuola primaria dai 6 ai 10 anni previa presentazione della richiesta tramite la modulistica fornita dal Comune o dai soggetti attuatori. Per la definizione del numero massimo dei partecipanti e delle modalità di svolgimento si terrà conto delle normative in vigore emanate dal Governo e Ente Regione.

Elenchi attività:
• Il mestiere dell’Archeologo, attività che ha come obiettivo di suscitare l’interesse per la Storia.
• Arte e immagine: realizzazione di disegni e brochure a tema.
• Fattoria didattica e passeggiate naturalistiche, approccio alla geografia e a scienze naturali.
• Supporto su richiesta alle attività scolastiche.
• Educazione fisica: giochi dell’Antica Roma come il gioco del gladiatore, Astragali.
• Videoproiezioni cartoni e film.
• Letture varie e comprensioni dei testi.
• English guided tour: approccio alla lingua inglese attraverso la simulazione di una visita guidata.
• Cicerone per un giorno.
•Visite teatralizzate, i bambini si divertiranno a realizzare dei teatrini dell’Antica Roma
• Lezioni di yoga (su richiesta e a pagamento extra).
• Attività in collaborazione con gruppo scout Avella 1.
•Attività di preparazione, informazione circa le disposizioni in materia di distanziamento sociale, misure anticovid e preparazione-supporto psicologico per il rientro a scuola a settembre.
• Varie ed eventuali

adsense – Responsive – Post Articolo