AVELLA.Roghi tossici e sversamenti,i cittadini stremati chiedono aiuto alle istituzioni.

adsense – Responsive Pre Articolo

Roghi e sversamenti si verificano di continuo nella cittadina archeologica. Lo scorso sabato due segnalazioni sono giunte alla nostra redazione: un rogo con tanto di documento fotografico verificatosi in una zona collinare,  ben visibile dal centro storico e una puzza insopportabile in zona Tombe Romane, tra le campagne tra Avella, Rocca e Tufino a ridosso della Terra dei Fuochi. Ed è proprio quest’ultima zona quella prescelta oramai dai criminali per abbandonare rifiuti di ogni genere tra cui anche scarti di lavorazioni  industriali e rifiuti speciali.  Inoltre la zona è stata scelta anche per incendiare mettendo in serio pericolo la salute dei cittadini che oramai sono stanchi e chiedono alle istituzioni e alla prefettura, con un  accorato appello,di intervenire subito pianificando magari dei controlli serrati impiegando l’esercito e bonificando le aree come è avvenuto in occasione degli “Action Day” nella Terra dei Fuochi.

Le  prefetture di Napoli e Caserta, come si legge dal sito ufficiale del Ministero dell’Interno, le questure e le forze di polizie hanno coordinato le azioni di repressione dell’abbandono illecito di rifiuti, di utenze domestiche, industriali e agricole, mirato anche alle discariche abusive. Sono stati impegnati  25 gli equipaggi in azione per un totale di 56 unità interforze. Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni i reati contestati.

Dopo questa continua repressione, molto probabilmente, i criminali ora agiscono  indisturbati in altre aree e dall’agro nolano e dal napoletano  hanno preso di mira il comprensorio avellano-baianese-mugnanese spingendosi  dunque fino alle aree interne  del Parco del Partenio. I cittadini stremati  chiedono l’inclusione di  queste aree di confine con la Terra dei Fuochi   tra quelle che devono essere bonificate e controllate continuamente attraverso le “Action Day” dell’esercito, inoltre chiedono una maggiore attenzione da parte delle istituzioni locali e delle forze armate.

Di conforto alla cittadinanza c’è il gruppo “Ripuliamo il Mandamento” che intende programmare giornate ecologiche collaborando anche con il gruppo “Plastic Free”.  Proprio oggi è stata programmata  un’iniziativa che si pone l’obiettivo di sensibilizzare i giovani e la cittadinanza al rispetto dell’ambiente. Azioni importanti ed  utili ma non risolutive dal momento che il reato ambientale andrebbe contrastato con azioni più decise e punitive.

AVELLA.Roghi tossici e sversamenti,i cittadini stremati chiedono aiuto alle istituzioni.

adsense – Responsive – Post Articolo