AVELLA. Vigili urbani, Pasquale Biancardi va in pensione, ecco la commovente lettera.

adsense – Responsive Pre Articolo

Il Comando del Comune di Avella è ridotto all’osso a causa del pensionamento degli ultimi vigili in servizio difatti l’amministrazione comunale  ha pubblicato un bando per il reclutamento di nuovo personale. Negli ultimi anni sono andati in pensione in ordine di tempo:  il compianto Antonio Perillo e poi  Sabato Soriano che ha assunto il comando per un breve periodo. A seguire  Gennaro Noviello lo scorso anno e quest’anno Gennaro Gaglione e Pasquale Biancardi. Quest’ultimo, non potendo festeggiare questo traguardo a causa delle restrizioni covid-19, con una lettera commovente ha voluto ringraziare e salutare amici e colleghi.

Ecco la lettera:

“Cari colleghe e colleghi come ben sapete oggi 30 novembre terminerà il mio rapporto di lavoro con il Comune di Avella e cioè presso il Comando di Polizia Municipale. Nel libro del Comune di Avella si chiude il mio capitolo, dopo Noviello e Gaglione oggi tocca a me, dopo aver maturato ben 33 anni e 5 mesi della mia vita quotidiana in presenza tra voi, sono entrato con il sindaco Dott. Biancardi e vado via con il sindaco Avv.Biancardi. In questi anni ho avuto l’opportunità di conoscere molti di voi dall’inizio della mia avventura in Polizia Municipale e uffici comunali, ed è questa l’occasione per condividere con voi alcune riflessioni, tracciare un bilancio, ringraziare per le tante cose fatte insieme e i risultati ottenuti,ringraziarvi per la disponibilità e la collaborazione che mi avete sempre dato, e senza la quale non saremmo arrivati a certi risultati. Ho trascorso intere giornate nell’ufficio di Polizia Municipale, per la quale so di aver sacrificato anche parte della mia vita privata, ho lavorato tantissimo e ne sono orgoglioso,perchè credo di aver costruito qualcosa per il mio paese, e sento di poter e dover dire prima di tutto GRAZIE A TUTTI I CITTADINI DI AVELLA, che in questi anni non mi hanno fatto mai mancare la loro vicinanza.Ho amato ed amo questo bellissimo paese. Trentaquattro anni sono un lungo ciclo della vita che si chiude e che porta con se sensazioni che si mescolano dove si alternano momenti di gioia per essere arrivato alla meta a momenti di tristezza perchè vi lascio e ad altri di incertezza per il nuovo ciclo della mia vita che da domani si aprirà e che, mi auguro,possa essere interessante ed emozionante come quello trascorso con voi in Comune. Lasciare la vita attiva presso il Comune e precisamente presso il Comando di Polizia Municipale, dove sono cresciuto in tutti i sensi, ho tanti amici e dove mi sono sentito stimato e gratificato e, che mi ha consentito di essere professionalmente apprezzato anche fuori dal territorio comunale , è certamente doloroso. Non mi piacciono gli addii e chi mi conosce sa che domani vorrei essere negli uffici di Polizia Municipale e del Comune attivo e con voi. Questa è la vita e mi rendo conto che salutare i colleghi e le colleghe che hanno fatto parte per un lungo periodo del mio percorso di vita è la cosa più difficile ma anche la più sentita , se non altro, per le amicizie instauratesi per la condivisione degli impegni e per la quotidianità trascorsa insieme in momenti belli e meno belli ma comunque sempre intensi, condivisi e soprattutto vissuti insieme. Andare in pensione ai tempi del Covid-19 equivale ad aprire una pagina bianca e iniziare da capo e scriverci sopra. Avrei voluto salutarvi in altro modo, rispettando la consuetudine del momento conviviale ma purtroppo, le condizioni attuali non lo consentono. Lo faccio invece scrivendo una lettera , un saluto forse freddo indirizzata ai colleghi e le colleghe , a quelli/e che ho visto andare via ed a quelli/e che ho visto arrivare. E’ triste farlo con un po’ di distacco, senza un abbraccio, un ultimo brindisi senza poter rivivere insieme quei momenti di allegria, di difficoltà, di ansie. Permettetevi infine di rivolgere un abbraccio alle Ausiliarie del Traffico, un ringraziamento per il sostegno morale di cui mi avete fatto dono in questi ultimi anni,i vostri gesti spontanei di grande solidarietà, la vostra generosità simpatia ed amicizia mi hanno aiutato a superare momenti difficili , il vostro affetto, mi ha commosso e riempito di orgoglio. Un affettuoso saluto lo rivolgo al Comando Stazione Carabinieri, a tutto il personale per la esemplare collaborazione, non di meno la Brigata Guardia di Finanza di Baiano e il personale della Polizia di Stato. Apprezzamenti e stima a tutti gli amministratori che si sono succeduti in questi anni , ringrazio in sindaco Domenico Biancardi per la fiducia, sottolineando che il mio lavoro è stato davvero ripagato dall’onore di collaborare con lui, in un percorso di lavoro che mi ha dato molto sia a livello professionale che umano, intenso, pieno di momenti difficili ma anche di tante soddisfazioni. Mi dispiace ed ho il cuore a pezzi per dover lasciare tutto questo ma sento che è arrivato il momento di dire basta. Vi lascio con sinceri sentimenti di orgoglio per aver avuto il piacere di conoscervi e aver potuto lavorare con voi . Un abbraccio ed un grande in bocca al lupo a tutti anche  a me !!! Con affetto e amicizia Pasquale Biancardi.” 

Non si è fatta attendere la risposta al saluto da parte dei  dipendenti comunali dunque dei colleghi e delle colleghe, del sindaco Biancardi, di tutti i consiglieri comunali, delle ausiliarie del traffico e  dei volontari della Protezione Civile che accoratamente hanno inviato questo messaggio alla nostra redazione in attesa di tempi migliori per festeggiare: “Salutiamo con orgoglio il nostro amatissimo collega e amico Pasquale che con dedizione e semplicità, unitamente agli altri vigili urbani, ha svolto un lavoro straordinario. Un percorso che si è contraddistinto  dall’amore  e dalla passione che ha sempre dimostrato per la sua e la nostra cittadina. Siamo onoratissimi di aver collaborato con un uomo buono ed affettuoso oltre che preparatissimo, siamo sicuri di poter contare anche in futuro, non più su un collega, ma uno stimato amico e fratello. I nostri più sinceri auguri per la tua nuova vita da pensionato, che siamo sicuri e speriamo, trascorrerai all’ombra del palazzo, non molto distante dal comando. I colleghi del Comune, il Sindaco, le ausiliarie, i volontari e i consiglieri comunali.” 

AVELLA. Vigili urbani, Pasquale Biancardi va in pensione, ecco la commovente lettera.

adsense – Responsive – Post Articolo