La Provincia di Avellino si appresta ad inaugurare il MIA, il Museo Immersivo e Archeologico di Avella. Giovedì 24 giugno la conferenza stampa ad Avella

adsense – Responsive Pre Articolo

La Provincia di Avellino si appresta ad inaugurare il MIA, Museo Immersivo e Archeologico di Avella. Il progetto del MIA rientra nella programmazione strategica “Sistema Irpinia”, promossa dall’Amministrazione Provinciale con l’obiettivo di valorizzare lo straordinario patrimonio storico-artistico-architettonico-culturale e ambientale del territorio irpino.

Il taglio del nastro del Museo Immersivo e Archeologico di Avellacostituisce una tappa importante del percorso. Per l’occasione è stato deciso di dividere su quattro giornate – dal 24 al 27 giugno – le iniziative legate all’evento, anche in considerazione delle misure per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19.

Per giovedì 24 giugno alle ore 10.30, presso il Palazzo Baronale in piazza Municipio ad Avella, è prevista la conferenza stampa per illustrare il progetto e le iniziative. Parteciperanno il presidente della Provincia, Domenico Biancardi e il Soprintendente ai Beni Archeologici, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino, Francesca Casule.

Il MIA è un percorso multimediale caratterizzato da proiezioni, suggestioni grafiche, quadri parlanti e postazioni di Realtà Virtuale per raccontare la storia di Avella e del Palazzo dai primi insediamenti sul territorio, passando per l’Abella romana, il medioevo e arrivando all’Ottocento e all’Avella moderna. La narrazione della storia di Avella si intreccia con gli eventi di stampo internazionale per contestualizzare l’evoluzione del territorio irpino. Postazioni educational e postazioni dedicate alle persone non udenti completano l’experience.

Oltre al percorso multimediale, sono altrettanto suggestive le sale con i numerosi reperti archeologici per proseguire in un tragitto che racconta la storia di Avella, dell’Irpinia e della Campania.

adsense – Responsive – Post Articolo