Vaccini. Nel comprensorio avellano-baianese aumenta la protesta. Ecco la situazione.

adsense – Responsive Pre Articolo

Cittadini, over 80 e personale scolastico protestano per i ritardi di allestimento di un punto vaccinale nel mandamento. Stando alle ultime notizie riportate dai principali siti di informazione  provinciali dopo l’incontro avvenuto tra il sindaco di Mugnano del Cardinale Dott.Napolitano e la dirigente dell’Asl Dott.ssa Morgante sarebbe stato trovato un accordo tra gli enti per l’allestimento del punto vaccinale. Il Comune di Mugnano dovrà entro breve mettere a disposizione una struttura, individuata nel Piano di Zona, la cartellonistica, i computer, un’ambulanza e la sanificazione quotidiana, al resto provvederà l’Asl. Secondo quanto affermato dal primo cittadino e medico di Mugnano saranno circa 100 i vaccini somministrati ogni giorno. In merito alla questione è intervenuto anche l’On.Vincenzo Alaia che a mezzo stampa ha ribadito che se i Comuni non riescono a sostenere le spese per l’attivazione e il funzionamento del punto vaccinale dovrà provvedere l’Asl. Il Presidente della Provincia Domenico Biancardi ha condiviso quanto affermato da Alaia, e non si escluderebbe un intervento anche dell’ente provincia a sostegno dei comuni in difficoltà. Dalle pagine social è stato lanciato un appello: “FATE PRESTO!”

 

adsense – Responsive – Post Articolo