SIRIGNANO. “Non faremo parte dell’Unione dei Comuni se non ci sarà pari dignità”

adsense – Responsive Pre Articolo

Il sindaco Colucci Raffaele

Al di là di quello che si dice in giro il primo cittadino di Sirignano, Raffaele Colucci, va per la sua strada e non cambierà la sua opinione circa l’adesione all’Unione dei Comuni del Baianese, se non cambieranno le regole, il suo resterà un no. In realtà il sindaco di Sirignano vuole la pari dignità tra tutti i sei comuni del mandamento. Non devono esserci differenze tra comuni piccoli e comuni grandi, ovvero ogni comune dovrà avere la stessa forza politica e decisionale e non si dovrà tenere conto del numero degli abitanti. Colucci afferma: “Se non fosse così basterebbe l’accordo tra Avella e Baiano per avere la maggioranza e prendere le decisioni infischiandosene degli altri comuni. Io devo dare conto ai miei cittadini che mi hanno votato e dato fiducia, innanzitutto devo fare i loro interessi e poi pensare all’associazionismo. Se non si cambiano le regole Sirignano può pure restare fuori”.

adsense – Responsive – Post Articolo