SPERONE CIVICA: “Come mai alcuni servizi essenziali sono stati concessi mediante affidamento diretto?”

adsense – Responsive Pre Articolo

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. Il Comune di Sperone, con delibera del CC n. 8/2013, fa parte della Centrale Unica di Committenza, così come previsto dalla legge, insieme ai comuni di Baiano e Quadrelle.
Una “Centrale di Committenza” è un’amministrazione aggiudicatrice che acquista forniture e/o servizi destinati a pubbliche amministrazioni.
I comuni con popolazione non superiore a 5000 abitanti ricadenti nel territorio di ciascuna Provincia affidano obbligatoriamente ad un’unica centrale di committenza l’acquisizione di lavori, servizi e forniture nell’ambito delle unioni dei comuni
ove esistenti, ovvero costituendo un apposito accordo consortile.

In base alla delibera n.271 del 4 luglio 2012 la Corte dei Conti sezione regionale di controllo per il Piemonte ha ritenuto che possano escludersi dalla gestione obbligatoria delle Centrali Uniche di Committenza, le acquisizioni in economia mediante amministrazione diretta e l’affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento dei lavori, servizi e forniture, per importi inferiori ai quarantamila euro così come previsto dall’ art 125 comma 8 e 11 del codice dei contratti pubblici.

Il Comune di Sperone, con DG 8/2014 ha recepito quanto sopra esposto; Inoltre, con DG 115/2013 ha individuato alcuni servizi essenziali da concedere in affidamento mediante procedure concorsuali. Questi servizi sono tutti di importo inferiore ai 40.000,00 €uro.

Ci chiediamo come mai alcuni servizi essenziali sono stati concessi mediante affidamento diretto, mentre per altri si sta procedendo ad una sorta di “gara” tra aziende di fiducia del Comune? Eppure tutti i servizi in questione possono essere affidati direttamente poichè di importo inferiore a 40.000,00 €.
Perchè non favorire professionalità locali visto che ce ne sono?
Il gruppo di Minoranza consiliare questi avvenimenti li conosce? Perchè non proferisce parola?
Nulla di illegale o di illecito ovviamente; è un mero tentativo di interpretazione dell’operato amministrativo per motivare questa “disparità” per l’affidamento di servizi essenziali per il comune.

Il gestore dell’account – Sperone Civica.

adsense – Responsive – Post Articolo